Immagine
 Malta... di Carla
 

"Siete stati manipolati a un livello più profondo di quanto immaginiate." L’isola di Gaia

 

Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Carla (del 26/07/2012 @ 23:27:59, in Podcast, linkato 2988 volte)


Ebbene sì, sono riuscita ad intrufolarmi anche nel primo (e finora unico) podcast italiano dedicato alla fantascienza, ovviamente per parlare del mio "Deserto rosso".
Posso dire che è stata un'esperienza davvero divertente, soprattutto grazie ai nuovi amici Omar Serafini e Paolo Bianchi, che mi hanno ospitata nel bel mezzo del finale di stagione di FantascientifiCast.
Avevo già avuto in passato esperienze come ospite in una radio regionale, quindi non ero totalmente a digiuno riguardo ai meccanisimi di questo tipo di interviste, ma partecipare a un podcast su Skype, dove non ci si può vedere o fare cenni, non è altrettanto semplice. A quanto pare (così mi dicono) me la sono cavata, nonostante non ci fosse proprio nulla di preparato e si sia fatta sentire anche un po' di emozione.

Se non avete avuto modo di ascoltarmi, cliccate qui per accedere al sito del podcast e riprodurre la puntata nel lettore oppure scaricarla. Il tema principale è Dune, ma ad un certo punto si cambia deserto e si arriva su Marte. E qui spunto fuori io.
Vale la pena comunque scorrere anche gli altri post e ascoltare anche le altre puntate, quando avete un po' di tempo. Omar e Paolo, come pure tutti gli altri dell'equipaggio e i vari ospiti, sono sempre riusciti a creare un tipo di podcast molto interessante e coinvolgente, anche grazie alla loro simpatia.

Per quest'anno la stagione è finita, ma torneranno dopo l'estate. E forse tornerò anch'io? Chissà!
Buon ascolto!

 
Di Carla (del 08/10/2012 @ 00:07:07, in Podcast, linkato 3067 volte)


Come avevo preannunciato qualche tempo fa, eccomi di ritorno sul podcast FantascientifiCast, questa volta come parte integrante dell'equipaggio e con una rubrica tutta mia intitolata "Life On Mars?". In questa puntata (numero 15) faccio il mio debutto, presentando i temi principali della rubrica che si occupa del rapporto tra fantascienza e spiritualità.

Potete ascoltarmi intorno al minuto 20, ma già compaio nella simpatica introduzione della puntata, in cui accolgo Paolo Bianchi e Omar Serafini nella Stazione Alfa, appunto su Marte.

Siete curiosi?
Cliccate qui o sull'immagine per ascoltare la puntata.
E ricordate, se volete, di lasciare il vostro commento sul blog del podcast e di condividere la puntata con i vostri amici.


FantaScientificast è disponibile anche su iTunes.

Buon ascolto!

 

 
Di Carla (del 03/03/2013 @ 17:31:33, in Podcast, linkato 3030 volte)


In questi giorni Fantascientificast compie un anno. Per festeggiare, tutta la redazione si è riunita organizzando una puntata speciale dedicata al media franchise di "Battlestar Galactica". Una vera puntatona di più di un'ora e mezza, in cui abbiamo analizzato in dettaglio tutta la saga, dalla serie originale a quella reinventata con relativi prequel.
E ovviamente ci sono anch'io in un intervento di circa 30 minuti (che chiacchierona che sono!) a trattare dell'aspetto religioso e spirituale della serie, che poi è uno dei suoi elementi peculiari. Riassumerò quelle che sono le credenze religiose dei personaggi di "Battlestar Galactica" per poi analizzare come l'elemento religioso e talvolta solo spirituale viene utilizzato in ambito fantascientifico.
Il mio intervento lo trovate intorno al minuto 49 (mi scuso per qualche problemino audio dovuto a Skype), ma, se amate questa serie, vi consiglio vivamente di ascoltare tutta la puntata.
Al termine del mio intervento facciamo una piccola digressione, scoprendo un curioso legame tra "Battlestar Galactica" e il mio "Deserto rosso".
Vi siete mai chiesti perché le due missioni della NASA sono chiamate rispettivamente Hera e Isis? Ascoltando la puntata, lo scoprirete. Inoltre ho avuto l'opportunità di descrivere l'uso dell'elemento religioso nella mia serie, il quale costituisce un'importante sottotrama della storia. E anche qui l'amico Omar Serafini mi ha fatto notare un'ulteriore somiglianza con Cyloni e compagnia.
Nel prossimo futuro dedicherò qui nel blog dei post di approfondimento sia sul ruolo della spiritualità all'interno di "Battlestar Galactica" che sull'aspetto religioso nella mia serie ambientata nel pianeta rosso.

Nel frattempo andate ad ascoltare questa bellissima puntata di FantascientifiCast!
Potete accedervi facendo clic sull'immagine o su questo link. E ricordate, se volete, di lasciare il vostro commento sul blog del podcast e di condividere la puntata con i vostri amici.

Buon ascolto!

 
Di Carla (del 17/03/2013 @ 20:08:33, in Podcast, linkato 2715 volte)
Ebbene sì, ci sto prendendo gusto. Non paga delle mie incursioni su FantaScientificast, ho il piacere di segnalarvi la mia partecipazione alla puntata 10 del podcast Narrativa Digitale, incentrato sul mondo degli ebook, che per l'occasione è dedicato alla fantascienza.

In questa lunga chiacchierata con Rosario Maria Olivieri abbiamo parlato dell'importante ruolo degli autori indie nel panorama fantascientifico italiano, ridotto a genere di nicchia dall'editoria tradizionale. Laddove gli editori danno poco spazio alla fantascienza, si può configurare un'opportunità per noi autori indie e per gli appassionati del genere?
Abbiamo provato ad analizzare questo argomento all'interno del podcast. E proprio in questo contesto ho avuto modo di suggerire alcune letture indie italiane e internazionali.
Abbiamo discusso, inoltre, sul fatto che il mercato indie tende a essere locale, cioè ristretto all'ambito linguistico in cui i singoli libri sono scritti. Ma esistono comunque delle eccezioni.
Si è parlato anche di autopromozione e infine abbiamo dedicato dello spazio a "Deserto rosso", con qualche anticipazione sui miei progetti futuri. A questo proposito vi consiglio di ascoltare il podcast fino alla fine.

Volete saperne di più?
Allora ascoltate la puntata 10 di Narrativa Digitale, facendo clic sull'immagine o su questo link. E non dimenticatevi di condividerla con i vostri amici. Se avete dei commenti da fare o dei suggerimenti per un ulteriore approfondimento dell'argomento, lasciateli nel post sul blog di Narrativa Digitale.

Grazie mille a Rosario per avermi dato l'opportunità di partecipare al suo podcast!
 
Di Carla (del 14/11/2013 @ 19:47:14, in Podcast, linkato 2671 volte)


Dopo una lunghissima attesa, in cui ero un attimo impegnata a pubblicare due libri, eccomi di ritorno a FantaScientificast con la mia rubrica "Life On Mars?", in cui esploro gli aspetti spirituali e religiosi della fantascienza.

In questa bella chiacchierata con Omar e Paolo nel corso della puntata 31 del podcast parlo di una trilogia di fantascienza che è stata pubblicata abbastanza recentemente anche in Italia (da Urania Millemondi). Si tratta della Trilogia del Vuoto dell'autore britannico Peter F. Hamilton, in cui in un futuro lontano l'umanità, che ha ormai occupato gran parte della Via Lattea, si ritrova a studiare insieme ad altre razze aliene una strana singolarità presente al centro della galassia, chiamata appunto Vuoto (anche se non è affatto vuota), e che minaccia di espandersi divorando stelle e pianeti circostanti.

Questa bellissima trilogia è chiaramente una space opera e, come spesso accade in questo sottogenere della fantascienza, affronta tra i vari argomenti anche la religione. Ma Hamilton fa di più: impregna la storia di elementi religiosi facilmente riconoscibile per poi ricondurli alla materialità.

I libri di Peter F. Hamilton si trovano tutti su Amazon, ma purtroppo non in Italiano, eccetto l'ultimo volume della Trilogia del Vuoto.

Se non avete letto la Trilogia del Vuoto, ma anche se l'avete letta, ascoltate la mia rubrica durante questa puntata si trova nella posizione 01:06:18 e dura circa 23 minuti.
Anzi, ascoltate tutta la puntata!

Potete accedervi cliccando sull'immagine o su questo link. E ricordate, se volete, di lasciare il vostro commento sul blog del podcast e di condividere la puntata con i vostri amici.

Presto ritornerò a parlare dell'argomento di questo mio intervento su Fantascientificast con l'usuale post di approfondimento.
Nel frattempo vi auguro buon ascolto!

 
Di Carla (del 17/12/2013 @ 20:09:59, in Podcast, linkato 6169 volte)


Eccomi di nuovo ospite di un podcast, questa volta a invitarmi è stata Beatrice Nolli di Socializer, con cui ho fatto una bella chiacchierata a proposito di come si può creare, pubblicare un proprio libro e poi promuoverlo con l'ausilio dei social media.

Socializer ep5: "Creare e pubblicare un libro nell'era dei Social Media" con Rita Carla Monticelli.

Insieme a Beatrice ho ripercorso i punti fondamentali del mesterie del self-publisher, cioè il suo triplice ruolo di autore, editore e imprenditore. Ho spiegato in dettaglio queste tre fasi e cosa le differenzia da quelle analoghe di chi svolge solo uno di questi mestieri.

Ho indicato e spiegato in dettaglio una lista di 8 consigli utili per realizzare il proprio progetto editoriale: 1) non avere fretta; 2) la pre-promozione; 3) il proprio team editoriale; 4) la mailing list; 5) la pagina Facebook; 6) gli ebook gratuiti; 7) il piano di promozione; 8) non fermarsi al primo libro.
All'interno del podcast potrete ascoltarli uno per uno con una lunga spiegazione, che copre tutto il progetto editoriale dalla sua ideazione fino alla sua promozione e l'inizio di quello successivo.

Poi abbiamo parlato di social network, non solo come strumento promozionale, ma anche durante la fase creativa. Ho condiviso la mia esperienza con la serie di "Deserto rosso" durante l'oltre anno e mezzo in cui ho scritto i quattro libri che la compongono. Ho spiegato che promuovere significa dare e non chiedere, cioè fornire del contenuto e non fare spam.

Infine abbiamo scherzato sulla pronuncia corretta di alcuni termini dei social media.

Tutto questo e tanto altro lo potrete sentire nel podcast, facendo clic qui o sull'immagine in alto. Nella pagina di Socializer troverete anche i link ad alcuni siti utili.

Buon ascolto e non dimenticate di condividere il podcast con i vostri amici.
Ancora grazie mille a Beatrice!

 
Di Carla (del 24/05/2014 @ 03:19:37, in Podcast, linkato 2421 volte)


Dopo ben sei mesi ce l'ho fatta: sono tornata a FantaScientificast. Nonostante vari problemi tecnici che hanno ritardato ulteriormente la mia partecipazione al podcast e i mille (esageriamo) impegni che mi hanno portato a girare (riesageriamo) mezza penisola (e considerando che vivo in Sardegna non è poco), sono tornata.

L'argomento è uno di quelli che non lasciano dubbio riguardo alla sua connotazione spirituale/religiosa: la vita post-fisica.
Questa nell'ambito della fantascienza può essere vista come una metafora del tema dell'immortalità dell'anima, caposaldo praticamente di tutte le religioni. La ricerca umana di una spiritualità nasce anche dal bisogno di capire cosa accade dopo la morte e, magari, di trovare il modo di sconfiggerla. Questo stesso desiderio si ritrova con diverse sfaccettature anche nella fantascienza.
E allora ho deciso di parlarne insieme a Omar Serafini e Paolo Bianchi nell'episodio 38 di Fantascientificast, che trovate qui.

Potete ascoltarmi a partire dal minuto 40 (il mio intervento dura circa 19 minuti), ma vi consiglio di riprodurre dall'inizio questa la puntata che darà ampio spazio a Godzilla, in occasione dell'uscita del suo ennesimo remake (o reboot?).
Non voglio anticiparvi altro, ma come sempre fra qualche settimana il mio intervento nel podcast sarà seguito da uno (o più) post di approfondimento sul tema.

Intanto ascoltate la puntata facendo clic sull'immagine o su questo link. E ricordate, se volete, di lasciare il vostro commento sul blog del podcast e di condividere la puntata con i vostri amici.

Terminato l'ascolto, tornate sul sito del podcast, dove a fine post trovate i link di riferimento per scoprire di più sugli argomenti trattati.

Buon ascolto!

 
Di Carla (del 16/02/2015 @ 18:00:43, in Podcast, linkato 4642 volte)
Lo scorso martedì ero a Milano per andare a vedere il concerto dei Queen, la mia band preferita di sempre, e ho colto l’occasione per incontrarmi con due ragazzi davvero simpaticissimi, che si fanno chiamare scherzosamente la Marchesa e la Baronessa e che volevano intervistarmi nel loro podcast.
 
Il tutto è nato dall’incontro virtuale tra Anna Persson e la Marchesa su Twitter, che ha incuriosito quest’ultimo tanto da leggere la serie di “Deserto rosso” e successivamente da volerne parlare nel suo blog. E così, visto che ci trovavamo nella stessa città, abbiamo deciso di registrare l’intervista di persona.
 
Ne è venuta fuori una chiacchierata di oltre mezz’ora che la Marchesa sta adesso pubblicando sul suo blog. Proprio oggi è stata postata la prima parte che potete trovare a questo link, mentre mercoledì prossimo uscirà la seconda parte (la trovate qui).
 
Nel corso dell’intervista abbiamo parlato di “Deserto rosso”, ovviamente, e di fantascienza. Mi hanno fatto un sacco di domande interessanti sulla serie, su come gestisco la scrittura di storie così complesse e sul mio lavoro di self-publisher.
 
Non entro in ulteriore dettaglio, ma vi lascio all’ascolto dell’intervista e vi consiglio di visitare un po’ tutto il blog de LaMarchesa13, dove potrete trovare molti altri articoli e podcast interessanti.

Ringrazio ancora la Marchesa e la Baronessa!

 
Di Carla (del 17/04/2015 @ 12:22:52, in Podcast, linkato 4264 volte)

Pare che io non riesca proprio a stare lontana dai podcast. Di recente ho infatti avuto il piacere di essere intervistata su HugMented, un bel podcast italiano di fantascienza, che ha presentato una puntata speciale dedicata al mio ultimo romanzo di questo genere, “L’isola di Gaia”.
 
Durante la lunga chiacchierata con Cooper, ho avuto modo di parlare di questo libro, che è la seconda parte del ciclo dell’Aurora. Ovviamente l’ho fatto senza dare reali anticipazioni sulla trama. Mi sono quindi concentrata sulle tematiche trattate al suo interno, come la percezione distorta della realtà, sull’ambientazione in Antartide e sul processo creativo che mi ha portato a scrivere questo romanzo che, pur essendo inserito nello stesso universo immaginario di “Deserto rosso”, si differenza notevolmente dalla serie marziana. Non è infatti una storia con un solo protagonista principale, bensì è un romanzo corale, cosa che ha richiesto tempistiche più lunghe per la sua stesura, ma allo stesso tempo mi ha dato maggiore libertà creativa nel raccontare il futuro del prossimo secolo, anche grazie al fatto che rientra in un sottogenere diverso della fantascienza: il cyberpunk.
Ci siamo inoltre intrattenuti a parlare di self-publishing, di editoria digitale in Italia, e del mio cammino personale in campo editoriale.
 
È stata davvero una bella intervista, impreziosita dall’ottimo lavoro fatto da tutta la redazione di HugMented.
Vi riporto qui incorporata nel post la puntata, ma vi invito anche a visitare il sito di HugMented, a iscrivervi al podcast su iTunes e dare un ascolto anche alle puntate precedente. HugMented è inoltre disponibile su YouTube, come videocast, mentre potete seguire la sua pagina su Facebook e il suo profilo su Twitter.
 
Buon ascolto e, mi raccomando, condividete la puntata del podcast con i vostri amici.

Grazie a Cooper e DJ Mars!
 
 
Di Carla (del 03/05/2015 @ 02:46:05, in Podcast, linkato 2891 volte)

Ci sono grandi novità nell’universo di FantaScientificast, il podcast di fantascienza ideato da Paolo Bianchi e Omar Serafini, che da pochi giorni ha subito un’importante evoluzione. Da semplice podcast, il progetto di FantaScientificast si amplia diventando anche un blog.
Nasce così Destinazione: Terra!, il nuovo contenitore di notizie di fantascienza e cronache della galassia, che oltre al podcast, il cui nome resterà sempre FantaScientificast, include articoli di approfondimento, notizie varie e recensioni di fantascienza.
 
Si amplia anche la redazione che si ritrova a dare spazio a nuovi collaboratori col ruolo di blogger. Tra questi ci sono anch’io, che, dopo aver partecipato diverse volte al podcast, mi riproporrò con articoli e recensioni. Ogni volta che uscirà un mio articolo su Destinazione: Terra! ovviamente vi informerò anche qui.
 
Nel frattempo vi invito a dare un’occhiata al nuovo sito (www.destinazioneterra.it), leggere gli articoli presenti (come vedrete, sono inclusi tutti i vecchi podcast) e iscrivervi al feed RSS per non perdere nessun nuovo articolo.
Ci leggiamo presto sull’astronave di Destinazione: Terra!
 
Pagine: 1 2

 

Do you speak English?
Click to visit the English blog!

Iscriviti alla mailing list
per non perdere le nuove uscite

Ci sono 1437 persone collegate

ATTENZIONE: La navigazione su questo sito implica l'accettazione della
Privacy Policy Cookie Policy
Follow on Bloglovin

Comprami un caffè

Acquista i miei libri su









Questo sito partecipa al programma di affiliazione di Amazon.


Puoi acquistare i miei libri anche su:
   
   Acquista gli ebook su Mondadori Store!   Acquista gli ebook su laFeltrinelli!
 
Ebook acquistabili direttamente dall'ereader in Svizzera 



Dieci anni di "Deserto rosso"!






Segui Anna Persson su Twitter

Membro di

Titolo
Audio (4)
Autori preferiti (3)
Calcio (6)
Cinema (27)
Come vivere su Marte (5)
Esplorazione spaziale (12)
Eventi (36)
Fantascienza e spiritualità (10)
Interviste (38)
Lettura (273)
Luoghi dei romanzi (15)
Miscellaneous (2)
Musica (144)
Podcast (20)
Poems (8)
Propositi (13)
Rassegna stampa (16)
Riconoscimenti (2)
Sardegna (1)
Scena del crimine (7)
Scrittura & pubblicazione (187)
Serie TV (13)
Stories (1)
Tennis (3)
Thoughts (5)
Varie (18)
Viaggi (3)
Video (4)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:

Powered by Disqus
< giugno 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             

Titolo
Qual è il genere di romanzi che preferite leggere?

 Narrativa non di genere
 Thriller, gialli, noir
 Fantasy classico (maghi, elfi, ecc...)
 Gotico, horror, paranormale (vampiri, fantasmi, ecc...)
 Fantascienza
 Rosa
 Classici
 Storie vere
 Avventura
 Storico


Clicca sulla copertina per scaricare GRATIS la fan fiction.
La morte è soltanto il principio
Disponibile su Smashwords.




Titolo

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Gli autori non sono responsabili di quanto contenuto in siti esterni i cui link sono riportati su questo sito.



Copyrighted.com Registered & Protected
 



17/06/2024 @ 19:01:28
script eseguito in 81 ms