Immagine
 Fiordo svedese... di Carla
 

"Tu hai creato la nuova me."
Il mentore




Cerca per parola chiave
 
<< Torna alla home page di Anakina.Net                                                                                                                             Ricevi solo le novità più importanti su Telegram >>
\\ Blog Home : Storico : Scrittura &amp; Lettura (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Carla (del 23/06/2015 @ 09:30:00, in Scrittura & Lettura, linkato 1639 volte)

 Strano, difficile da classificare, forse un’occasione persa
 
Ho dei sentimenti contrastanti verso questo libro. Sono stata attirata dalla trama che pareva ricca di suspense, ma poi dopo un inizio che sembrava mantenere le promesse della descrizione il romanzo è scivolato verso il déjà vu di mille altri di questo genere, a parte il finale, per fortuna.
Per semplicità, partiamo da cosa ho apprezzato del libro.
L’idea di base era davvero interessante e con un notevole potenziale. Una donna che si innamora del suo stalker. Un’idea del genere incuriosirebbe chiunque.
L’assenza del classico happy ending è stata una scelta vincente che ha permesso al libro di recuperare un po’ di punti persi per strada, insieme al precipitare degli eventi negli ultimi capitoli che tutto sono tranne che prevedibili.
Il tutto è ben condito da personaggi ambigui che rimangono tali fino all’ultimo e da una notevole cura della correttezza del testo (ho notato un solo refuso in tutto il libro, il che significa che probabilmente ce ne sono molto pochi).
Ma veniamo a ciò che non mi è piaciuto, e ahimè non è poco.
Ho trovato lo stile dell’autrice molto ripetitivo. Il 90% dei periodi inizia con una -ing form, seguita da altre proposizioni secondarie e la principale alla fine. Tutti così. Inoltre l’attribuzione di dialogo è quasi sempre inserita prima del dialogo (una pratica decisamente desueta e sempre da usare con parsimonia), oltre che essere utilizzata molto più del necessario.
Tutto ciò ha reso la lettura abbastanza difficile, quasi fastidiosa. Ho provato a iniziare a leggere un altro libro della stessa autrice, ma, di fronte al ripetersi all’infinito di questa stessa struttura, ho lasciato perdere.
Ho avuto difficoltà a vedere la differenza tra i due personaggi principali nel modo in cui vengono mostrati. Spesso nelle parti dal punto di vista di Twitch si usano le stesse parole inusuali ed espressioni di Lexi, e viceversa. Di tanto in tanto si notano degli errori di punto di vista, che creano un pochino di confusione.
In generale il libro è ricco di espressioni inusuali ripetute più volte, tanto da rendere le ripetizioni davvero evidenti.
L’uso del doppio punto di vista, considerati i problemi di cui sopra, non migliora la situazione. So che è un’usanza di molti libri di questo genere, ma secondo me è una pessima usanza che tende a mettere in evidenza tutti quei problemi che creano confusione riguardo ai punti di vista durante la lettura.
Mentre i personaggi principali sono abbastanza curati, quelli secondari tendono un po’ a essere bidimensionali.
Parlando della trama, ho trovato l’improvviso cambio di comportamento di Twitch poco realistico e qua e là c’è qualche piccola incongruenza all’interno della storia che però riguarda alcuni suoi aspetti fondamentali. Il libro in generale presenta un po’ troppi cliché, soprattutto nella prima parte.
L’elemento erotico è talvolta forzato. Alcune scene di sesso sono del tutto gratuite e non portano avanti l’azione.
Come dicevo prima, il tema psicologico alla base della storia ha un grande potenziale, che però non viene sfruttato. A mio parere, c’è stata da parte dell’autrice poca volontà di fare un po’ di ricerca su questo tipo di rapporti “non del tutto sani” e il risultato è che alcuni passaggi fanno crollare la sospensione dell’incredulità.
È davvero un peccato, perché secondo me si tratta di un’occasione persa da parte dell’autrice di scrivere un bel libro che racconta una storia d’amore malata, in grado di attrarre un gruppo di lettori molto vasto. Che peccato.

RAW (formato Kindle, brossura) su Amazon.it.
RAW (formato Kindle, brossura) su Amazon.com.
Questo libro è in lingua inglese!

Leggi tutte le mie recensioni e vedi la mia libreria su:
aNobii:
http://www.anobii.com/anakina/books
Goodreads: http://www.goodreads.com/anakina
 

Fa un po’ effetto rileggere qualcosa scritto quindici anni prima, cioè nell’ormai lontano 2000. Sto parlando della mia fan fiction del film “La Mummia”, intitolata “La morte è soltanto il principio”.
 
Nel marzo 2012, prima di iniziare a pubblicare i miei scritti originali, quando consideravo il self-publishing semplicemente una prova per vedere come sarebbe andata, ripresi in mano quel testo e gli diedi una correzione sommaria. Lo scopo era avere qualcosa per provare a creare un ebook e traghettare lettori nel mio blog, in vista della pubblicazione del primo libro di “Deserto rosso”.
A quei tempi stavo ancora creando il mio stile e stavo studiando le tecniche di editing, e solo nel mese successivo (aprile 2012) mi sarei cimentata nell’editing di “Deserto rosso - Punto di non ritorno”.
 
In questi giorni ho ripreso in mano “La morte è soltanto il principio”. Dopo tutti gli altri libri che ho pubblicato, mi sembrava doveroso dare una sistemata a questo testo cui la gente può accedere gratuitamente (il libro è stato scaricato oltre cinquantamila volte, senza contare il fatto che circola liberamente tra gli utenti) e che, dopo oltre tre anni, non rappresenta più il mio modo di scrivere. Sapevo che, per portarlo in linea alla mia scrittura attuale, avrei dovuto riscriverlo da capo (e così facendo, sarebbe diventato molto più lungo), ma ovviamente ho scartato l’idea, poiché, oltre a non avere il tempo per fare un lavoro del genere, sarei andata a snaturarlo. Sarebbe venuto meno il suo scopo, cioè intrattenere i fan (come me) di un film di sedici anni fa che non cercano un’opera di alta letteratura, ma sperano di ritrovare le ambientazioni e i personaggi così come li hanno visti nel film, incluso il modo di narrare la storia tramite immagini, con poca introspezione e tanta ironia, e soprattutto tante citazioni.
 
Così ho deciso di fare una nuova revisione del testo, ma nel farlo mi sono limitata a snellire qualche passaggio, migliorare qualche periodo, togliere qualche attribuzione di dialogo di troppo (ma quante ne usavo?), formattarlo in maniera un po’ più coerente e ovviamente eliminare quanti più refusi sono riuscita a trovare (eppure dubito di averli beccati tutti). Infine ho modificato la copertina, in modo da diversificare le due edizioni.
 
Il risultato è la seconda edizione de “La morte è soltanto il principio” che potete scaricare gratuitamente da oggi su Smashwords a questo link: http://www.smashwords.com/books/view/138178
 
Se avete visto il film “La Mummia” (1999), vi invito a leggere questo libro che ne è un sequel alternativo rispetto a quello uscito nel 2001. La visione del film (o la lettura della sua novelization) è necessaria per poter comprendere la storia.
 
Questa edizione verrà presto sostituita alla precedente su Kobo, iTunes e Google Play. Sarà possibile verificare che si tratta della seconda edizione per via della nuova copertina con le piramidi (questa che vedete in alto).
Essendo una fan fiction, il libro è gratuito. Ne è vietata la vendita. I personaggi e le ambientazioni tratti dal film “La Mummia” sono qui utilizzati per puro intrattenimento e senza alcun scopo di lucro.
In altre parole, può essere condiviso liberamente, ma non può essere venduto.
E a questo proposito vi invito a condividerlo sui social network e inviare il link (o direttamente l’ebook) ai vostri amici.
 
Vi ripropongo la descrizione del libro.
 
Londra, 1926 d.C.
Quando Evelyn Carnahan rivede dopo alcuni anni la sua vecchia amica d’infanzia Anne Howard, si rende subito conto di quanto sia cambiata. La ragazza perennemente annoiata e insofferente che ricordava si è trasformata in una giovane donna sicura di sé, per niente addolorata dalla recente morte del marito Robert MacElister, avvenuta in circostanze misteriose durante una campagna di scavi in Egitto.
Inoltre, al suo ritorno a Londra dopo questo viaggio, la giovane vedova ha portato con sé, oltre che una grande quantità di reperti da esporre al British Museum, uno strano egiziano di nome Assad, indossante il tatuaggio dei Med-Jai, gli antichi guardiani di Hamunaptra, la Città dei Morti scoperta non molto tempo prima proprio da Evelyn, suo fratello John e Rick O’Connell.
Non tutto quello che Anne ha rinvenuto ad Hamunaptra, però, è stato esposto durante la mostra. Due sono gli artefatti che la donna ha deciso di tenere per sé: una mummia malridotta e un libro nero che necessita di una chiave per essere aperto.
Ma ciò che Anne e Assad non sanno è che nel loro viaggio di ritorno sono stati seguiti anche da un’oscura presenza in cerca di una vendetta vecchia di tremila anni.
Nel tentativo di risolvere questo nuovo mistero, i fratelli Carnahan e l’americano Rick O’Connell dovranno ben presto scontrarsi con forze sovrannaturali di gran lunga al di sopra della loro portata e saranno costretti, loro malgrado, a combattere ancora una volta per salvare il mondo.
Nel farlo, però, troveranno in un vecchio nemico un inatteso e potente alleato.
 
Lo potete scaricare gratis facendo clic qui.
Buona lettura a tutti!
 
Di Carla (del 17/06/2015 @ 09:30:00, in Scrittura & Lettura, linkato 1645 volte)

 Idea originale, splendida prosa, ritmo un po’ affrettato
 
Prima di iniziare questo libro mi è capitato di leggere in giro, soprattutto sul blog di Urania (ma non solo), delle vibranti critiche nei suoi confronti. Come spesso accade, di fronte alle critiche altrui tendo ad avvicinarmi a un’opera con una mentalità ancora più aperta, pronta a concentrarmi sugli aspetti positivi. Ma devo dire che nell’iniziare la lettura mi sono chiesta che libro avessero letto quelli che lo criticavano. Mi sono imbattuta, infatti, in una prosa davvero molto bella, ricca di parole non comuni, usate in maniera corretta (non è sempre scontato), a dimostrazione dell’ampio vocabolario mentale di cui l’autore dispone. Si tratta di un aspetto che apprezzo moltissimo in un libro, per cui mi ha subito conquistato.
L’ambientazione è ben costruita e fantasiosa. Personalmente non amo le visioni pessimistiche del futuro presenti spesso nella fantascienza, ma ho deciso di mettere da parte questa mia avversione (dettata puramente da gusti personali) nel valutare il modo in cui l’autore ha giocato le sue carte nel creare questa ambientazione. Devo dire che il risultato è davvero pregevole. De Bona è riuscito a rappresentare un’Italia del futuro veramente originale, dando mostra delle notevoli capacità immaginative di cui è dotato. Il fatto che la ritenga assurda non ha alcuna importanza, visto che siamo ovviamente nell’ambito della distopia.
A ciò si aggiunge una protagonista femminile di quelle toste, il capitano dei Carabinieri Amanda Lupi, che potrebbe sembrare meno originale, ma lo diventa nel momento in cui si scopre una sua caratteristica molto particolare (non la dico per evitare spoiler) che ha un ruolo importante all’interno della trama.
Proprio a questo proposito non posso che applaudire l’autore per la capacità di concepire una storia così complessa e (a costo di sembrare ripetitiva) senza dubbio originale, in cui ha mescolato sapientemente argomenti fantascientifici con situazioni e temi del poliziesco (anzi, carabinieresco, visto che i protagonisti sono Carabinieri). Ho inoltre apprezzato l’accurato richiamo storico al suo interno, che testimonia un notevole lavoro di ricerca.
C’erano insomma tutti i presupposti per un capolavoro, ma ahimè il risultato non è stato del tutto all’altezza dei presupposti. Da qui immagino derivino le critiche di cui dicevo sopra.
Iniziamo dal lavoro non eccelso fatto sull’edizione del libro da parte di Urania, che però non stupisce, purtroppo. Il libro è tempestato di errori, refusi, maiuscole e minuscole impazzite. Si nota una totale assenza dell’attenzione nei confronti dei dettagli che ci si aspetterebbe da un grande editore anche in una collana da edicola. Su questi aspetti non si può certo dare alcuna colpa all’autore.
A quest’ultimo si deve, invece, qualche problema nel ritmo della storia, che parte con la velocità giusta e poi accelera sempre più. Alla fine diventa così frenetica che accade tantissimo, anche troppo, in poche pagine e si fa un po’ fatica a seguire. Il ritmo eccessivamente precipitoso distrae, facendo saltare la sospensione dell’incredulità. Si ha l’impressione che l’autore, verso la metà del libro, abbia accelerato la scrittura per rientrare nei limiti imposti dal concorso (di tempo e/o di lunghezza). E questo è davvero un peccato, poiché una storia così intricata avrebbe avuto bisogno di uno spazio maggiore per esprimere tutto il suo potenziale e mantenere un ritmo omogeneo. Per ottenere questo risultato, secondo me, il libro sarebbe dovuto essere lungo il doppio (in un certo senso la qualità del libro è stata penalizzata dal voler partecipare al Premio Urania, cioè dai limiti imposti da un editore, e ciò dispiace ancora di più).
Il problema del ritmo affligge soprattutto le scene con i dialoghi. Mentre nelle parti descrittive l’autore sa essere molto evocativo e poetico, i dialoghi al contrario non sono altrettanto efficaci, in particolare nelle scene d’azione, dove tutto diventa molto precipitoso. Avrei spesso voluto che si soffermasse a mostrare più a fondo le sensazioni di Amanda, nelle situazioni più drammatiche, per far immedesimare il lettore nel personaggio e fargli “vedere” il mondo come questo “appare” a lei grazie alla sua particolare condizione. In questo senso, l’uso di un punto di vista onnisciente crea un ulteriore elemento di distrazione.
Infine ho apprezzato il finale aperto che lascia spazio a nuove avventure. Nonostante i difetti di questo libro mi piacerebbe senza dubbio leggerne il seguito. 

Cuori strappati (formato Kindle) su Amazon.it.
Cuori strappati (formato Kindle) su Amazon.com.

Leggi tutte le mie recensioni e vedi la mia libreria su:
aNobii:
http://www.anobii.com/anakina/books
Goodreads: http://www.goodreads.com/anakina

 
Di Carla (del 11/06/2015 @ 09:00:00, in Scrittura & Lettura, linkato 1523 volte)

 Segnali lenti e prevedibili
 
Va bene, sapevo che si trattava di un romanzo rosa, quindi ero consapevole del finale con “vissero felici e contenti” (tra l’altro il finale è anche ben giocato ed è forse la parte migliore del libro). Era ovvio, eppure ero attratta dall’idea su cui la storia si basava. Una donna il cui marito è stato ucciso, e dopo due anni piange ancora per la sua morte, decide di trovare le persone che hanno ricevuto i suoi organi. La sua vita cambierà quando incontra quello che ha ricevuto il suo cuore.
C’era davvero un notevole potenziale in questa idea per mettere insieme una storia matura, non soltanto il solito romanzo rosa prevedibile.
E invece indovinate un po’? Zander, il protagonista maschile, è superricco e superfamoso. È completamente innamorato. Ma Sadie, la protagonista femminile, esita.
Al di là di tutti i cliché, che sono di certo fastidiosi, ciò che mi ha spinto a dare solo tre stelle a questo libro è stato il ritmo molto molto molto (ho detto molto?) lento. Avevo la costante sensazione che l’autrice stesse andando piano per riempire le pagine, che ci mettesse dentro tanto dramma tanto per il gusto di farlo. Le cose sembravano non voler mai accadere e una volta giunta alla fine del romanzo mi sono resa conta che sarebbe potuto essere molto più corto. Ma non era meglio creare una trama un filino più complessa con un ritmo più rapido, mantenendo la stessa lunghezza del romanzo?
Come ho detto, c’era così tanto potenziale per creare una storia avvincente, tanti possibili spunti anche controversi, ma nulla di ciò è stato sfruttato. Ed è un peccato, perché questo è un libro ben scritto con una buona caratterizzazione dei personaggi principali, ma è andata a finire che durante tutta la lettura del libro continuavo a chiedermi quando o addirittura se sarebbe mai successo qualcosa.

Vital Sign (formato Kindle e brossura) su Amazon.it.
Vital Sign (formato Kindle e brossura) su Amazon.com.
Questo libro è in lingua inglese!

Leggi tutte le mie recensioni e vedi la mia libreria su:
aNobii:
http://www.anobii.com/anakina/books
Goodreads: http://www.goodreads.com/anakina

 
Di Carla (del 09/06/2015 @ 09:00:00, in Scrittura & Lettura, linkato 1770 volte)

 L’ereditarietà del male
 
Questo thriller psicologico è un altro dei romanzi in promozione gratuita in cui sono incappata. Il titolo di per sé è di quelli che puoi lasciarti scappare: figlio di un serial killer.
Il figlio di un serial killer potrebbe diventare anche lui un serial killer? Apparentemente sì, a parere dell’autore, se il genitore in questione è affetto da qualche malattia mentale che potrebbe presentarsi nei suoi figli.
Molto particolare è il modo in cui la storia viene presentata. I personaggi ci appaiono separatamente e solo con l’andare avanti del libro ci rendiamo conto di quanto siano collegati fra di loro. Per questo motivo è difficile accennare alla trama evitando lo spoiler. Parte del divertimento è mettere insieme i pezzi da soli mentre si legge.
Il romanzo non è molto lungo e la caratterizzazione dei personaggi è coinvolgente. Personalmente mi sono immedesimata nel protagonista che sospetta di essere figlio di un serial killer e che teme di diventarlo lui stesso. Ho vissuto con lui il terrore con cui compiva le sue azioni. Ben ha paura di ciò che può essere e in ultima analisi teme se stesso.
Il finale della storia è in linea con questo timore.
Devo dire che purtroppo, sebbene abbia letto il romanzo con notevole piacere e anche in maniera rapida, ho trovato il finale un po’ deludente, nel senso che era ciò che mi sarei aspettata senza fare alcun particolare sforzo di immaginazione. È un peccato, perché un tema così spinoso meritava un approccio più coraggioso.
È comunque un buon libro che mi sento di consigliare.

Son of a Serial Killer (formato Kindle e brossura) su Amazon.it.
Son of a Serial Killer (formato Kindle e brossura) su Amazon.com.
Questo libro è in lingua inglese!

Leggi tutte le mie recensioni e vedi la mia libreria su:
aNobii:
http://www.anobii.com/anakina/books
Goodreads: http://www.goodreads.com/anakina

 
Ce l’ho fatta di nuovo! Sono sfuggita al controllo della mia creatrice e anche quest’anno sono io, Anna Persson in persona (si fa per dire), a festeggiare con voi questa ricorrenza. Tre anni fa usciva “Deserto rosso - Punto di non ritorno” (7 giugno 2012), il primo libro della serie, grazie al quale ho preso vita e mi sono fatta conoscere a voi.
Sembra impossibile che siano passati già tre anni! Allo stesso tempo sono accadute davvero tante cose, specialmente nell’ultimo anno.
 
 
Il 30 giugno 2014 la versione inglese dello stesso libro, “Red Desert - Point of No Return”, fa il suo debutto nel mercato anglofono, seguita da “Red Desert - People of Mars” (30 settembre 2014) e “Red Desert - Invisible Enemy” (2 febbraio 2015). L’ultimo libro verrà pubblicato in inglese il prossimo luglio.
A luglio, la mia creatrice viene intervistata sul podcast americano Mars Pirate Radio per parlare di “Red Desert”.
È il settembre 2014 quando Tom’s Hardware recensisce la raccolta di “Deserto rosso”. E che recensione!
Nell’ottobre 2014 la raccolta di “Deserto rosso” è tra i libri presentati allo stand di Kobo durante la Frankfurter Buchmesse (la fiera internazionale del libro di Francoforte), cui la mia creatrice, Rita Carla Francesca Monticelli, ha partecipato come relatrice durante un evento.
Lo stesso libro il 3 novembre 2014 (il giorno in cui la mia creatrice compie 40 anni!) raggiunge la posizione numero 1 della classifica generale del Kindle Store.
Il 30 novembre esce “L’isola di Gaia”, la seconda parte del ciclo dell’Aurora. La sua uscita viene accompagnata dalla recensione su Tom’s Hardware e dal suo immediato balzare in testa alla classifica di fantascienza e dei libri del momento (i più venduti nelle ultime 24 ore) sul Kindle Store.
Intanto sempre Tom’s Hardware inserisce la raccolta di “Deserto rosso” tra le idee regalo di Natale e il libro torna nella top 100 di Amazon a prezzo pieno. È l’unico libro della mia creatrice a esserci riuscito con un prezzo superiore ai 3 euro!
Infine a febbraio vengono rinnovate le copertine della serie, in particolare del primo libro, che adesso ospita una mia immagine più grande.
La mia creatrice sta pensando di creare anche delle versioni cartacee di quei libri (potrebbero interessarvi?). Intanto l’ha già fatto per il primo in inglese che da 29 maggio è disponibile anche in brossura (e qualcuno l’ha pure comprato). Nelle prossime settimane seguiranno gli altri.
 
E adesso la mia creatrice si prepara a iniziare la scrittura di “Ophir”, che uscirà entro il 2016 (probabilmente il 30 novembre) e dove ritroverete me e i miei compagni di viaggio della serie, e persino Marte. La scrittura avverrà in tre sessioni, di cui la prima avrà luogo questo luglio e le altre due a gennaio e aprile 2016. Questo libro inizierà a far luce tra i fatti che si sono svolti tra la fine di “Deserto rosso” e “L’isola di Gaia”. Per scoprire di più su questo libro, visitate la pagina a esso dedicata su www.desertorosso.net.
Nel frattempo i libri di “Deserto rosso” (senza contare “L’isola di Gaia”) hanno raggiunto le 6300 copie vendute! Un risultato di tutto rispetto per una serie di fantascienza in Italia, non credete?
E adesso si stanno iniziando a muovere un po’ le cose sul mercato anglofono, dove nuovi lettori stanno facendo la mia conoscenza e ad apprezzarmi (be’, più o meno!).
 
Io, come al solito, mi do da fare su Twitter (intendo che twitto molto, che avevate capito?). Sto raggiungendo nuovi follower in tutto il mondo, condividendo articoli sull’esplorazione di Marte. Molti di questi follower stanno diventando lettori.
E voi mi seguite su Twitter?
 
Adesso vi saluto e torno a twittare. Ma voi sapete cosa fare, no?
Spero di sì, altrimenti ve lo dico subito: fatemi conoscere ai vostri amici.
 
Ci rivediamo presto nei vostri sogni… e nei vostri ereader!
 
Di Carla (del 03/06/2015 @ 09:00:00, in Scrittura & Lettura, linkato 1420 volte)

 Novella interessante
 
Sono inciampata per caso in questa novella gratuita su Amazon. La copertina era carina e l’ho scaricato senza tanto pensarci su. Quando l’ho letto, mi sono resa subito conto che era un primo tentativo di libro di un self-publisher, ma il risultato non è del tutto malvagio.
La trama è interessante e tutt’altro che politically correct. Solo per questo già si meriterebbe il mio apprezzamento. A ciò si aggiunge un finale per niente scontato che ripaga ampiamente la lettura.
Avrei davvero voluto dare una votazione completamente positiva (almeno quattro stelle), ma purtroppo non ho potuto passare sopra ad alcuni gravi problemi del testo.
Prima di tutto la storia poteva essere sviluppata molto di più. Sembra più una bozza di trama per un romanzo che una novella. Si ha come l’impressione che l’autore stesse fissando le idee per scrivere qualcosa di più corposo e onestamente spero che un giorno lo faccia.
Il testo è inoltre pieno di refusi ed errori. Manca del tutto la mano di almeno un correttore di bozze.
Infine i dialoghi sono a dir poco ingenui.
Peccato, perché poteva essere un libro carino.
È comunque una lettura accettabile considerando che era gratuito.

EONI (formato Kindle) su Amazon.it.
EONI (formato Kindle) su Amazon.com.
Questo libro è in lingua inglese!

Leggi tutte le mie recensioni e vedi la mia libreria su:
aNobii:
http://www.anobii.com/anakina/books
Goodreads: http://www.goodreads.com/anakina

 
Di Carla (del 28/05/2015 @ 23:29:00, in Scrittura & Lettura, linkato 1473 volte)

 Nostalgia dei veri Visitors
 
Quanto amavo i Visitors! Da ragazzina ricordo con quale trepidazione ogni settimana ne attendessi una nuova puntata in TV. E che delusione quando al cliffhanger finale non seguì un’altra stagione. Anni dopo, da adulta, mi è capitato di rivedere tutta la serie da capo e mi è piaciuta quasi più della prima volta. E così potete immaginare la mia contentezza nello scovare questo libretto in un mercatino.
Si tratta di un tie-in che racconta l’invasione della mini-serie iniziale però dal punto di vista della costa orientale, in particolare di New York. Alcuni personaggi classici vengono citati, addirittura si intravede Mike Donovan in una scena, ma i protagonisti sono altri. È stato bello riscoprire i visitatori tramite gli occhi di nuovi ignari personaggi.
La trama è davvero molto ben congegnata. Nella prefazione si spiega che era stata ideata dall’autrice originale della serie, A.C. Crispin, e poi sviluppata da Howard Weinstein. Non c’è chiaramente la meraviglia della scoperta, visto che chi legge questo libro conosce già la storia, ma il romanzo è ugualmente godibile. Peccato che la storia sia stata spezzata in un secondo libro che purtroppo non ho (ma magari prima o poi riesco a procurarmelo) e poi ce ne sono tanti altri che non sono stati tradotti in italiano.
L’unica vera pecca di questo libro, e purtroppo molto grave, è la qualità della traduzione. Nel testo si scorge la prosa originale, anche troppo! La traduzione è troppo letteraria, rendendo alcuni passaggi abbastanza ridicoli. Falsi amici, punteggiatura errata (perché presa pari pari da quella inglese), congiuntivi latitanti oltre che i soliti refusi si aggiungono, causando un forte effetto negativo sulla lettura. È un vero peccato e ciò mi ha costretto a non dare i massimi voti a questo libro.
Rimane comunque una vera chicca per gli appassionati di fantascienza. Se vi capita tra le mani, leggetelo.
 

Visitors: la crisi della costa orientale su Amazon.it.
V: East Coast Crisis (edizione inglese, brossura) su Amazon.com.

Leggi tutte le mie recensioni e vedi la mia libreria su:
aNobii:
http://www.anobii.com/anakina/books
Goodreads: http://www.goodreads.com/anakina

 
Di Carla (del 28/05/2015 @ 04:46:40, in Scrittura & Lettura, linkato 1393 volte)

Dopo qualche attesa dovuta ai ritardi della distribuzione, il mio nuovo romanzo, “Affinità d’intenti”, è finalmente disponibile in tutti i principali retailer di ebook e cartaceo in cui vengono venduti i miei libri.
Che abbiate un Kindle, un Kobo, un Nook, un Tolino o un qualsiasi altro ereader o tablet, potete trovare la versione del libro che fa per voi. Se invece preferite il profumo della carta, potete trovare il libro anche in questo formato.
Ma ricapitoliamo un po’ dove è possibile acquistare il libro.
 
Le diverse edizioni ebook (pressoché identiche ma con tre diversi ISBN) sono disponibili nei seguenti retailer a partire da 2,99 euro: Amazon (mobi), Giunti (mobi), Kobo (epub), Mondadori Store (epub), laFeltrinelli (epub), Google Play (epub), Smashwords (mobi, epub e pdf), iTunes (epub), Nook (epub; tramite app) e Tolino (epub, tramite l’ereader).
 
L’edizione in brossura, invece, può essere acquistata a 7,99 euro su: Amazon e Giunti.
Vi ricordo inoltre che su Amazon (e Giunti Al Punto) non si pagano le spese postali per ordini sopra il 19 euro ed è possibile scegliere un ufficio postale come recapito, per evitare di dover attendere a casa il corriere.
 
Be’, adesso non avete scuse. Potete iniziare da subito a farvi inseguire da una banda di killer!
Per maggiori informazioni sul libro, date un’occhiata a questo post.
 
Buona lettura a tutti!
 
Di Carla (del 19/05/2015 @ 03:16:16, in Scrittura & Lettura, linkato 2464 volte)
24 ore.
2 persone.
1 obiettivo.

Immaginate di essere un’agente di polizia incaricata dal vostro nuovo capo di lavorare sotto copertura presso uno studio legale. Il vostro lavoro sarà osservare, ascoltare e riferire.
Semplice, no?

Peccato che, proprio nel giorno in cui dovreste essere assunta, mentre attendete di fare il colloquio finale, vi ritroviate nel bel mezzo di una sparatoria.
E sarà solo l’inizio di una rocambolesca avventura che vi cambierà la vita.

Questo accade ad Amelia Jennings, la protagonista del mio nuovo romanzo, “Affinità d’intenti”. Si tratta di un action thriller scritto sotto l’influsso del mio solito background di serie TV, e la contemporanea lettura delle avventure di Jason Bourne (di Robert Ludlum), e revisionato mentre leggevo il primo libro della serie di Jack Reacher (di Lee Child).

 

Amelia è un’agente in forza alla Polizia della City di Londra da appena una settimana quando, sfruttando il fatto che si tratta di una faccia nuova, viene inviata dal detective Monroe a fare da talpa nello studio legale Goldberg & Associates. Alcuni avvocati di questo studio sono stati uccisi da un killer su commissione e la polizia pensa che dietro ci sia qualcuno dei loro clienti meno raccomandabili.
Quando un martedì mattina Amelia si reca a tenere il colloquio finale, da cui dipende la sua assunzione, e incontra nella sala d’attesa un concorrente, Mike Connor, la sua unica preoccupazione è che quell’uomo possa sottrarle quel posto di lavoro, vanificando gli intenti della sua squadra.
Neanche cinque minuti dopo quella stessa sala d’attesa diventerà teatro di una sparatoria.

La storia del romanzo, tutta raccontata dal punto di vista di Amelia, si dipana davanti a noi attraverso i suoi sensi e i suoi pensieri. Vediamo e sentiamo solo quello che lei vede e sente. E sappiamo solo quello che lei sa, o meglio solo quella parte che lei ci rivela.
Tra rapimenti, uccisioni, incidenti stradali non precisamente accidentali, inseguimenti, sparatorie, esplosioni, seguiamo la protagonista in una calata all’inferno lunga ventiquattro ore, in cui per sopravvivere dovrà capire di chi può fidarsi.
Dotata di autoironia e di una fervida immaginazione, Amelia cercherà di venire a capo di ciò che le sta accadendo e, nel farlo, stempererà la drammaticità delle sue avventure con riflessioni divertenti e fantasiose, e spesso ammiccanti.
Insieme a lei c’è Mike, un uomo che pare molto più avvezzo di lei a essere bersaglio di una squadra di killer.
Ma chi è Mike? Qual è il suo scopo? È lo stesso di Amelia?
Ma conosciamo davvero quello di Amelia?

Per scoprirlo, dovrete leggere “Affinità d’intenti”, disponibile in edizione ebook a 2,99 euro su Amazon, Giunti, Kobo, Mondadori Store, laFeltrinelliGoogle Play, iTunes, Nook (tramite app), Smashwords e Tolino.
L'ebook è senza DRM, quindi può essere convertito in tutti gli altri formati.

Il libro è disponibile anche in edizione cartacea a 7,99 euro su Amazon e Giunti.

Ecco la descrizione del libro.

Sono le dieci del mattino quando l’agente sotto copertura Amelia Jennings si reca a un colloquio di lavoro presso lo studio legale Goldberg & Associates. Il suo scopo è farsi assumere per investigare su una serie di omicidi che hanno come vittime alcuni noti avvocati della City. Dietro di essi pare celarsi un inafferrabile killer su commissione, che già da mesi è oggetto di infruttuose indagini da parte della polizia.
Il suo piano, però, andrà all’aria ancora prima di iniziare.
Nel corso di appena ventiquattro ore Amelia si ritroverà coinvolta suo malgrado in una caccia all’uomo senza tregua, in cui il suo destino si incrocerà con quello di Mike Connor.
I loro intenti, apparentemente simili, potrebbero rivelarsi opposti, ma l’affinità che li lega va oltre ciò che credono di sapere l’uno dell’altra.

Non vi resta che iniziare la vostra fuga insieme ad Amelia e Mike. Imparerete a conoscerli e scoprirete i loro segreti, in quello che per loro sarà un giorno per sopravvivere, un giorno per lasciar andare il passato.

 

Do you speak English?
Click to visit the English blog!

Ci sono 676 persone collegate

ATTENZIONE: La navigazione su questo sito implica l'accettazione della
Privacy Policy Cookie Policy
Follow on Bloglovin

Acquista i miei libri su









Puoi acquistare i miei libri anche su:
   
Scarica l'app di Nook per Windows 8.1   
Ebook acquistabili direttamente dall'ereader Leggi gli ebook su 24Symbols!



Sette anni di "Deserto rosso"!



Lavori in corso
Self-publishing Lab:
Scrittura in corso.

Nave stellare Aurora:
Scrittura in corso (prima parte).



Iscriviti alla mailing list
per non perdere le nuove uscite
L'iscrizione avviene su Yahoo!Gruppi

Segui Anna Persson su Twitter

Official MI Representative

Italian Mars Society

Titolo
- Categorie - (5)
Autori preferiti (3)
Calcio (6)
Cinema (26)
Eventi (28)
Interviste (34)
Links (2)
Luoghi dei romanzi (15)
Miscellaneous (2)
MP3 (2)
Musica (138)
Podcast (27)
Poems (8)
Rassegna stampa (11)
Riconoscimenti (2)
Sardegna (1)
Scena del crimine (7)
Scienza (17)
Scrittura & Lettura (443)
Serie TV (8)
Stories (1)
Thoughts (5)
Varie (17)
Viaggi (3)
Video (7)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:

Powered by Disqus
< giugno 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             

Titolo
Qual è il genere di romanzi che preferite leggere?

 Narrativa non di genere
 Thriller, gialli, noir
 Fantasy classico (maghi, elfi, ecc...)
 Gotico, horror, paranormale (vampiri, fantasmi, ecc...)
 Fantascienza
 Rosa
 Classici
 Storie vere
 Avventura
 Storico


Scarica gratuitamente la fan fiction
"LA MORTE È SOLTANTO IL PRINCIPIO"
cliccando sulla copertina.
La morte è soltanto il principio
Disponibile su Smashwords.




Titolo

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Gli autori non sono responsabili di quanto contenuto in siti esterni i cui link sono riportati su questo sito.



Copyrighted.com Registered & Protected 
0QYV-GG1E-5QAO-UCO3
 



27/06/2019 @ 04:04:05
script eseguito in 168 ms







Amazon International Bestseller