Immagine
 Hyde Park e il cielo... di Carla
 

“Il fatto che le nostre specie sono nemiche non significa che anche tu e io dobbiamo esserlo.” Per caso

 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carla (del 05/10/2010 @ 07:39:16, in Musica, linkato 1670 volte)

È con non poca soddisfazione che segnalo le tre date in Italia dei The Parlotones, band che era stata un mio artista selezionato in questo blog (e nella mia newsletter) poco più di un anno fa e che finalmente è riuscita a raggiungere la popolarità anche nel nostro Paese. Non so se in qualche modo la mia segnalazione abbia avuto un ruolo in tutto questo, ma è comunque piacevole rendersi conto di averci visto giusto.

Eccovi le date italiane dei The Parlotones:

3 Novembre @ Roma – Circolo degli Artisti,
4 Novembre @ Milano – Tunnel Club,
6 Novembre @ Torino – Spazio 211

Vi segnalo inoltre il loro sito ufficiale italiano: http://www.parlotones.it/

Infine ecco il link all'articolo che avevo dedicato loro un anno fa: cliccate qui.

ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carla (del 03/10/2010 @ 00:37:05, in Musica, linkato 1625 volte)

Lo spot promozionale nasce da un'idea del regista Fausto Caviglia.
"Stanco dei soliti suoni? Vieni al Think Tank Festival" è lo slogan dietro al quale si cela il tema della fuga dalla confusione e dal frastuono metropolitano verso la ricerca e creazione di nuovi spazi espressivi.
L'evento è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro della Gioventù e Comune di Milano – Assessorato alla Cultura e Assessorato alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali.

Hanno partecipato alla realizzazione dello spot Alessandro Arcordia (voce), Francesca Bonfanti (attrice), Diego Villalón e César Chacana (motion graphics), Barbara Bernardi (editing), Emanuele Platania (grafiche) e The Mirrors (musica). Supervisione a cura di Marco Ortensi.

 

Maggiori info su: http://www.thethinktank.it/

ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carla (del 30/09/2010 @ 03:47:00, in Musica, linkato 1678 volte)

ARTISTA SELEZIONATO

Nick Gill

A soli 19 anni, Nick Gill, cantautore pop-rock dell'Alabama (USA), ha già 3 dischi all'attivo ed è pronto per una sfavillante carriera.
Solo 4 anni fa produceva il suo primo album "'Cause It's True Love", seguito nel 2008 da "Through The Straight and Narrow". Con questo secondo album ha avuto moltissimo airplay nelle radio locali ed è stato menzionato nei programmi d'informazione delle tv locali, in quotidiani e magazine.
Nel febbraio successivo si è imbarcato in un tour di 50 date nella East Coast, dopo il quale insieme a John Hamilton (batterista della band Peek) ha registrato numerose nuove versioni dei brani del suo album di debutto, alcune delle quali sono state in seguito pubblicate nell'edizione con bonus track del suo EP, mentre la nuova versione di "Crazy English Teacher" è diventata un singolo uscito nel settembre 2009.
Nel frattempo Nick aveva iniziato a registrare l'EP "Nick Gill", contenente 5 brani registrati al Fidge Recording Studio di New Orleans, insieme ai produttori Jack Miele and Jacques Delatour. Il disco porta con sé delle emozioni che vanno ben oltre la sua giovane età. In “How it Feels (to lose a friend)” Nick racconta cosa significa perdere un amico che si è tolto la vita, “Breaking the Heart in” parla della sua incapacità di capire l'amore, mentre in “That Life” spiega che non intende conformarsi agli errori della società.
Questo nuovissimo EP, pubblicato mentre ancora frequentava la scuola superiore, rappresenta un punto di svolta nella sua giovane carriera.

Per saperne di più ed ascoltare la sua musica:
http://www.myspace.com/nickgillmusic
http://www.nickgillmusic.com
http://www.youtube.com/watch?v=vA4oIfXT8is

ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carla (del 31/08/2010 @ 02:07:25, in Musica, linkato 1861 volte)

ARTISTA SELEZIONATO

Michael Logen

Come da lui stesso affermato, lo scopo di questo cantautore folk americano è di scrivere canzoni oneste e pare decisamente riuscirci.
Il suo sound, che talvolta è paragonato a quello di David Gray, nasce da un cantautorato semplice, onesto e spesso filosofico, espresso tramite una voce rude, che fa emozionare. La sua musica mescola elementi di folk e pop, essendo caratterizzata dalla poesia, l'integrità e la profondità dei testi della tradizione folk, unita alle melodie del moderno cantautorato pop.
Il risultato è notevole.
Michael ha iniziato a scrivere musica quando aveva appena 12 anni e qualcuno molto vicino a lui morì di cancro. Le emozioni che sentiva allora erano più di quanto un ragazzino della sua età fosse in grado di esprimere e perciò iniziò a scrivere.
Dopo la laurea nel 2003, Michael inizia la sua collaborazione con la Combustion Music di Nashville, con cui ha portato la sua musica in tutto il mondo, oltre che negli USA, anche in Italia, Francia, Spagna, Germania, Turchia, Olanda, Portogallo ed Irlanda.
Ultimamente ha avuto l'opportunità di suonare sullo stesso palco di artisti quali John Legend, Jonny Lang, India Arie e Sister Hazel.
I brani da lui scritti quando era un ragazzino sono stati trasmessi in oltre 200 radio statunitensi e alcuni sono stati registrati da artisti quali Mat Kearney, Jonny Lang,  The Greencards, Will Hoge, Meghan Kabir (Flashmob), Gordie Sampson, Rachel Proctor, Noush Skaugan, Wonderland, Point of Grace e Josh Gracin.
Nel 2007 Michael Logen ha pubblicato il suo album di debutto, intitolato "Things I Failed to Mention", prodotto da Joe West e Jeff Peek, i cui brani per la maggior parte sono stati scritti durante i viaggi in Europa. Nello stesso periodo ha scritto ad Istambul insieme a Mat Kearney il brano "City of Black and White", che ha poi dato il nome all'album dello stesso Kearney nel 2009.

Per sapere di più ed ascoltare la sua musica, date un'occhiata a questi link:
http://www.myspace.com/michaellogen
http://www.facebook.com/michaellogen
http://www.youtube.com/watch?v=N62P5wXAOnc
http://www.sonicbids.com/michaellogen

ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carla (del 25/08/2010 @ 21:17:13, in Musica, linkato 2915 volte)

Milano, 2010 - Arriva la prima edizione di una rassegna di musica ed arte a Milano. Un nuovo spazio per giovani artisti indipendenti nel campo della musica e dell'arte figurativa ed interdisciplinare.
Il progetto è nato con degli international awards in cui sono stati messi in palio più di 30 premi (premi della critica, produzioni in studio, strumentazione, opportunità, etc) per giovani artisti provenienti da tutto il mondo.
La giuria, che ha valutato i progetti ritenuti più validi per talento, originalità e spessore, ha incluso Curt Smith (Tears for fears), Max Casacci (Subsonica), Jimmy Destri (Blondie), Alberto Ferrari (Verdena), Roger O'Donnell (The Cure), Luca Bergia (Marlene Kuntz), Morgan Fisher (Mott the Hoople), Andy (Bluvertigo) e molti altri.
L'evento si terrà al Live Forum (all'interno del Forum di Assago) e durerà 5 giornate tra ottobre e novembre.
Alla rassegna parteciperanno alcuni degli artisti nostrani indipendenti più validi con una matrice rock. Tra questi evidenziamo The Mirrors e Lato (Echophonic), Yut! e Plastic Made Sofa (Smoking Kills), Marydolls (Mizar) da Brescia, Canja Rave (eclettica band proveniente dal Brasile), Deluded by lesbians (Godz), Gina Marie Lo Monaco (direttamente dalla California), The Lorean (Valery/EoBooking), Sorry Ok Yes (Bloom Agency), Fou (Novunque), il poliedrico Tao conosciuto per il suo Love Bus, Guignol (Lilium/Toast) e molti altri.
Il programma affiancherà opere d'arte in ambito multidisciplinare (pittura, fotografia, installazioni, video, scultura, teatro) affiancati da mercatino di vestiti vintage curato da WIR in Milan che presenterà alcune proposte direttamente da Berlino. Tra gli artisti che partecipano alla mostra Roberta Mirò Maddalena (illustratrice per Le Vibrazioni, Pacifico), Menteplastica (Jovanotti, Yuppie Flu) e Sigis Vinylism, originali dischi in vinile plasmati a mano. La serata d'apertura sarà curata dalla collettiva r-EVOLution guidata da Manusch Badaracco e Linda Ferrari. Una delle ultime serate sarà invece curata da Chiara Carcano con “Open doors to performers” e vedrà protagoniste alcune perfomance teatrali interattive.
A conclusione della serata alcuni dei dj set più interessanti della scena milanese vi faranno ballare per tutta la notte. Il giorno d'apertura è dedicato al progetto dance/funk/electro live degli Strooyaa, nei giorni successivi Skinny boy (new wave/postpunk/garage/60's) e Vinylism Sound Project (soulful, garage, deep house, nufunk), Andy After & Father Fader (funky, house, disco) e Ford Prefect (house, techno, electro), Paolo Jankovic & Dash by Music Priority (house, minimal, techno) e per concludere Clinic + Tobler accompagnati dai visual MyVideo + Felipe Cozze.
L'evento è attento a tematiche sociali. In collaborazione con GREENPEACE si darà attenzione all'importanza dell'ecosostenibilità anche grazie all'utilizzo di carta riciclata 100% (Cyclus certificata FSC Ecolabel) per la promozione dell'evento. Con l'entusiasmo di Mario Riso si supporterà Rezophonic a favore di AMREF per la costruzione di pozzi d'acqua in Africa, per ricordarci del privilegio in cui viviamo rispetto ad altre popolazioni nel mondo. Grazie ad ABA (Associazione Bulimia, Anoressia, Obesità e Disturbi alimentari) si cercherà di comunicare che perdite affettive importanti, abbandoni, abusi e traumi infantili possono essere causa di un disagio esistenziale profondo che può essere espresso attraverso disturbi del comportamento alimentare.

VEN 15 OTTOBRE
Live: Strooyaa, Gringoise, Marydolls, Guttemberg & Virgi, Fiumi, Remington, Doc brown, Supernova, Klimt, E-van
Dj set: Strooyaa
Collettivo d'arte: r-EVOLution (Linda Ferrari, Manusch Badaracco, Alessandro Minoggi, Matteo Suffritti, Elisa Marchesani, Francesca Lolli, Mattia ‘Barf’ Carne, Manu Zuccarota, Giacomo Pietro Boschi, Mister G.)


VEN 29 OTTOBRE
Live: Deluded by lesbians, Canja rave (Brasile), Yut!, Bujaka, Neodea, Retrolove, Nouloho, Explain
Dj Set: Skinny Boy (new wave/postpunk/garage/60's) + Vinylism Sound Project (soulful, garage, deep house, nufunk)
Mostra d'arte: Sigis Vinylism, Giovanni Manzoni Piazzalunga, Beppe Volpini, Elena Rede, Il dono dell’ubiquità, Massimiliano Robino, Elena Parisi, Andrea Simoncini

VEN 5 NOVEMBRE
Live: Lato, The Mirrors, Gina Marie Lo Monaco (Usa), Bigammadre, The grooming, Metroplumes, Overbrain, Insect kin
Dj Set: Andy After & Father Fader (disco, house, funky) + Ford Prefect (house, techno, electro)
Mostra d'arte: Roberta Birò Maddalena, Zoe Vincenti, Rita Vargiu, Katherine S.Bottellini , Francesco Prandoni, Alfredo Chiarappa, Un artista minimalista, Victor Rafael Veronesi, Kia Ruffato & Federica Galioni

VEN 12 NOVEMBRE
Live: The Lorean, Sorry Ok Yes, Plastic Made Sofa, Keramic, Pocket Chesnut, Coil spring, Vontrapp, Le gros ballon
Dj Set: Paolo Jankovic + DASH by Music Priority (house, minimal, techno)
Performance & Art: "Open the doors to Performers" by Chiara Carcano (Chiara Carcano, Menteplastica + Labo, Bird of Prey, Darya Ershad, Ivonne Bello, Caterina Zacchetti)

VEN 3 DICEMBRE
Live: Fou, Tao, Guignol, Dueminutiemezzo, Heavy House, Celestino Telera, Brahaman, L-noir
Dj set: Clinic + Tobler - Visual: MyVideo + Felipe Cozze (minimal)
Spazio espositivo + Mostra d'arte: WIR in Milan

PARTNER CULTURALE: Arci
MEDIA PARTNERS: MySpace, Live! Tv, Musicbox Tv, Lifegate Radio, Jam, InSound, Raro!, Beat Mag, Yahoo! Musica
ACT SOCIALLY!: Rezophonic per AMREF (Costruzione pozzi d'acqua in Africa), GREENPEACE (Salvaguardia dell'ambiente), ABA (Associazione Bulimia, Anoressia e disordini alimentari)

LOCATION: Live Forum www.liveforum.it (Forum di Assago) via G.di Vittorio, 6 – Assago (Milano) Parcheggio gratuito

ORARI: ore 18:30 Vernissage & Live, ore 24 Dj Set – Alcool fino alle 3

ABBONAMENTI e PROMOZIONI: 1 serata 12 euro, 5 serate 35 euro - Online sconto di 2 euro, garanzia di ingresso, bypass coda
abbonamenti@thethinktank.it


ACCREDITI STAMPA: press@thethinktank.it

DIREZIONE ARTISTICA e PRODUZIONE: Marco Ortensi per conto dell'Associazione Culturale Think Tank www.thethinktank.it

 

Credits

Produzione e Direzione Artistica: Marco Ortensi

Marketing: Laura Ferrari, Enrica Xodo, Maxim, Francesca Kore Kabeiraia, Francesco Barbiano di Belgiojoso, Max Picchio, Alessandro Centonze, Marina Guarino

Comunicazione: Rita Carla Francesca Monticelli, Vince Merlino, Deborah Buttazzoni

Spot: Giglio Group, Starworks, Murat Gonullu, Davide Mallardi, Sibilla Passi, Amy Grogan

ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carla (del 26/07/2010 @ 17:32:37, in Musica, linkato 1821 volte)

ARTISTA SELEZIONATO

Rebel Red

Questa musicista e cantautrice americana ha creato il proprio stile musicale fatto di roots rock, che incorpora il sound british degli anni 60, il reggae e l'honky tonk. Con la sua voce blues-soul e la sua chitarra acustica costituisce una vera e propria "one girl band".
La stampa l'ha assimilata ad Eartha Kitt, Grace Slick, Patti Smith e Marianne Faithful, mentre le sue composizioni sono state paragonate a quelle di Fogerty, Bonnie Raitt, Tommy James and the Shondells, Roger McGuinn e Levon Helm.
Rebel red, al secolo Red Peralta, è nata a New York e cresciuta in Inghilterra. Ha suonato per parecchi anni in vari club in Europa, prima di tornare negli Stati Uniti, dove ha collaborato col produttore Steve Burgh (che aveva già lavorato con John Prine, Willie Nelson, Steve Forbert), che ha prodotto il suo primo album, "Water Planet", e l'ha fatta conoscere ad una famiglia di musicisti roots della East Coast, con alcuni dei quali lavora tuttora.
Il suo ultimo album è "Sex, Religion, Politics", nel quale hanno suonato il chitarrista Jeff Pevar (Ray Charles, Crosby, Stills e Nash) e il sassofonista Erik Lawrence (Levon Helm). Con esso ha raggiunto il quarto posto nella Americana Music Times Top Ten Albums del 2008.
Sta attualmente lavorando ad una nuova uscita, prevista per il febbraio 2011, che vede la partecipazione di David Mowry dei Beaucoup blue.


Per saperne di più ed ascoltarla:
http://www.rebelredmusic.com
http://www.facebook.com/rebelredmusic
http://www.last.fm/music/rebelred
http://www.myspace.com/rebelredmusic
http://www.twitter.com/rebelredmusic
http://youtube.com/rebelredmusic
http://www.sonicbids.com/RebelRed

ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carla (del 30/06/2010 @ 18:37:36, in Musica, linkato 1796 volte)

ARTISTA SELEZIONATO

Bardo

La band californiana Bardo è una creazione della front woman Leslie King, che precentemente aveva calcato le scene a Los Angeles come cantautrice, per poi decidere di staccarsi da questo percorso ed esplorare le sue potenzialità nel campo della musica rock. Inizialmente i Bardo sono nati come un esperimento per puro divertimento, ma ben presto si sono rivelati una potente piattaforma per la King sia come performer che autrice, tanto che si rese conto di aver veramente trovato la via da seguire.
Il progetto, che presenta un genere rock alternative, è nato dalla collaborazione con Rich Jacques come produttore, che già da tempo aveva lavorato ed era stato amico della King. Lavorando insieme hanno forgiato i Bardo e gli hanno lanciati nel 2008 con il loro primo album "Recurring Dream".
In esso la King ha riscoperto la sua voce e l'attitudine per il rock'n'roll.
Attualmente la band sta terminando la produzione del nuovo EP previsto per il prossimo luglio. Nel frattempo il nuovo singolo "You Like Me A Lot" è già sul mercato e si può scaricare gratuitamente dal loro profilo su Facebook.
La band comprende, oltre la King alla voce e la chitarra, Sabby al basso, Rich alla chitarra e Bobby alla batteria.
Durante questi anni hanno ricevuto numerose recensioni positive da fonti del calibro del San Francisco Chronicle, SKOPE Magazine, Swift Reviews, Santa Barbara News Press e Unite Global Artist.

Per maggiori informazioni e per ascoltare la loro musica o vedere i loro video:
http://www.bardoband.com/
http://www.facebook.com/bardoband
http://www.myspace.com/bardobardo
http://www.twitter.com/thebardoband
http://www.sonicbids.com/BARDO
http://www.youtube.com/bardoband (Video)


RUN

BARDO | MySpace Video

ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carla (del 21/06/2010 @ 17:08:57, in Musica, linkato 1693 volte)

Con la data di sabato prossimo al Teatro Out Off di Milano si conclude l'Acoustic Tour 2009/2010 di Daniele Groff e a luglio inizia il Tour Estivo 2010.

Di seguito vi riporto le prossime date confermate. Di alcune (quelle di agosto) verranno riportati più avanti i dettagli, insieme ad altre che confermeremo nel frattempo.


26 giugno 2010
Daniele Groff sarà ospite in duo unplugged della Finalissima Unplugged Festival 2° Edizione al Teatro Out Off di Milano (via Mac Mahon, 16; www.freeskymusic.com).


2 luglio 2010
Rocca
Imperiale (CS)
Concerto con la band
Per dettagli: Luca Pacelli b.luckas@libero.it


3 luglio 2010
Pollica (SA)
Piazza della Cortiglia
Concerto in trio semi-acustico
Inizio ore 22
Ingresso libero


5 agosto 2010
Mesocco (Svizzera)
San Bernardino
Concerto in duo acustico
A breve ulteriori dettagli


6 agosto 2010
Brunnen (Svizzera)

Sul Lago di Lucerna
A breve ulteriori dettagli


Per info & booking sul tour: booking@danielegroff.com

www.myspace.com/danielegroff
www.danielegroff.it


ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carla (del 16/06/2010 @ 04:03:48, in Musica, linkato 1759 volte)

Veronica de Lorenzo incontra per AttikMusic il cantante australiano A.J STEEL.
Intervista riproposta con il permesso dell'autrice.

 

In occasione dell’uscita del suo EP d’esordio ”Satellites and cars”, ho l’opportunità di incontrare un grande artista australiano:il suo nome è A.J STEEL.
Penso che sentiremo molto parlare di lui in futuro!!

 

Ciao A.J!! Parlami di te. Come è cominciato tutto? Quando la musica ha iniziato a fare parte della tua vita?


Penso che il primo approccio sia avvenuto quando ero molto giovane ed imitavo i miei vicini di casa con il piano. Li vedevo suonare e poi riproducevo quello che sentivo ad orecchio. Ma solamente una volta diventato più grande ho approfondito il mio interesse per la musica.

 

Hai suonato in un gruppo per parecchi anni. Dopo avere smesso con i “The Monkey Face” hai iniziato la tua carriera solista. Come mai hai deciso di abbandonare la band? Eri stanco di condividere l’esperienza musicale con loro e volevi mostrare la tua vera indole e personalità?

 

Non ero affatto stufo di stare in una band. Semplicemente il gruppo aveva terminato il suo percorso. Tutto ha un inizio ed una fine,ed era tempo per i “the monkey face”di chiudere la loro esperienza insieme. Fu così che ho colto l’occasione di fare il solista.

 

Il tuo primo album ”Satellites and cars” ha ottenuto riscontri positivi. Come descriveresti questo tuo lavoro? Quali emozioni vuoi trasmettere a chi ti ascolta?

 

Lo descriverei come un album genuino, semplice, incoraggiante ma a tratti anche malinconico. Spero presenti una sorta di equilibrio tra le differenti emozioni che cerca di esplorare. Ho voluto accompagnare gli ascoltatori in un piccolo viaggio.
Un verso triste accompagnato però da un coro energetico e positivo vuole dare forza e leggerezza all’insieme, dicendo ”sì, tutto andrà bene, non preoccuparti”.

 

La copertina dell’album è piuttosto particolare, ritrae una vecchia macchina sormontata da una grande antenna satellitare disegnata. Cosa significa?

 

Ho voluto ricreare visualmente l’immagine che presento nella canzone “Satellites and cars” con lo scopo di ottenere una copertina che fosse interessante e catturasse l’attenzione della gente.

 

Il primo singolo tratto da “Satellites and cars”è SLOW DOWN”. E’ un pezzo allegro,colorato pieno di energia. Slow down significa rilassati, rallenta, prendila comoda. Pensi che nella società odierna dovremmo tutti rilassarci un po e fermarci ad assaporare maggiormente le gioie della vita? Hai intenzione di girare un video per questo brano?

 

Sì, penso decisamente che dovremmo tutti rallentare i nostri ritmi e godere di più quello che la vita ci offre. A volte si ha la sensazione di pensare unicamente alla meta finale del viaggio dimenticandosi tutto il percorso che ci porta ad essa. So che io appartengo a questa categoria di persone. Dobbiamo ricordarci che è il viaggio la parte piu eccitante ed emozionante, che ci fa sostenere ed affrontare ogni sforzo e che ci fa pregustare maggiormente l’arrivo a destinazione. Potrei girare un video per la canzone, ma non c è ancora nulla di certo.

 

Una canzone contenuta nell’ep si intitola “Paparazzi”. Parlami di questo brano! Sai che questo termine è stato utilizzato per la prima volta nel film di Federico Fellini ”La dolce vita” (nei primi anni 60)? In Italia questa categoria non è molto amata, anzi è considerata piuttosto invadente ed aggressiva. Com’è la situazione in Australia?

 

Penso che i paparazzi abbiano una pessima reputazione in ogni parte del mondo!Possono essere veramente molto invadenti, ma ti dico, finora non ho avuto ancora problemi con loro! La canzone ha a che fare l’invadenza a volte brutale di questi fotografi nei confronti delle celebrities, ma parla anche dei cosidetti VIPS e della loro voglia di apparire e di ottenere attenzione da parte dei media ad ogni costo. Paparazzi in verità era già stato pubblicato come singolo prima di essere incluso nell’ep.

 

Sei australiano. Negli ultimi anni molti artisti di talento che si sono distinti in vari campi artistici provengono da questa terra così lontana. Musicisti,attori e registi,solo per citarne alcuni. Pensi si possa parlare di una nuova “corrente Australiana” che riguarda il vasto campo delle arti? Cosa rende gli australiani cosi speciali?

 

Sì, penso proprio si possa parlare di una “corrente australiana”. Ci sono un sacco di miei connazionali che hanno fatto grandi cose e si sono distinti nei piu importanti campi artistici. In realtà non so esattamente cosa renda noi australiani così speciali. Forse il fatto che l’industria sia cosi piccola e limitata ci spinge a lavorare sodo e duramente per emergere, farci notare e ottenere un posto al sole. Inoltre penso che siamo un popolo genuino, semplice, molto alla mano, e questa è una caratteristica ben vista per lavorare nel campo artistico.

 

Parlami dei tuoi prossimi progetti. Dopo “Satellite and cars”cosa ci attende?

 

Penso che vi dovrete aspettare un intero album che esplori più approfonditamente l’essere umano e le sue emozioni. Siamo complicati, ma nello stesso tempo siamo anche delle creauture molto semplici, questo ci rende molto interessanti. Credo che il sound del nuovo album sarà un po più rockeggiante. Sono quasi a metà delle registrazioni e la direzione del suono è proprio quella: ROCK!

 

Purtroppo in Italia le compagnie discografiche non aiutano (e supportano) i giovani talenti. Quindi si crea un mercato di nicchia che “spinge” solo poche persone (e sempre le stesse). L’unica opportunità che gli artisti sconosciuti hanno è quella di partecipare ai talent show trasmessi dalla tv. Com’è la situazione in Australia per i musicisti?

 

Sembrerebbe che qui in Australia ci sia la medesima situazione, però devo aggiungere che la scena musicale “live” ed indie gode di ottima salute! Gli artisti non sono così limitati dalle scelte delle case discografiche, quindi possono suonare ed esprimere il proprio talento on stage. Ci sono tanti musicisti che se la cavano benissimo senza nessun supporto ”esterno”!

 


A parte la musica quali sono i tuoi maggiori interessi? Se non fossi diventato un musicista cosa avresti fatto nella vita?

 

Bella domanda! Penso che comunque sarei un Artista, tipo disegnatore o pittore. Mi piace molto disegnare, specialmente utilizzando… Purtroppo non ho molto tempo da dedicare a queste attività perché sono completamente concentrato sulla scrittura delle mie canzoni. Ma se la musica non fosse il mio obiettivo primario mi concentrerei sull’arte pittorica.

Grazie mille A.J! Tanti auguri per la tua carriera!
Grazie mille a te!


SATELLITES AND CARS” is on sale on Itunes and on http://ajsteel.bigcartel.com
http://www.myspace.com/mrajsteel

 

 

Interview by Veronica de Lorenzo © 2010

 

Data di pubblicazione originale 14/06/2010 su:
http://blogs.myspace.com/index.cfm?fuseaction=blog.view&friendId=389773465&blogId=535797912
http://www.attikmusic.com/contenuti/news-6980/AJ-STEEL-Intervista-di-Veronica-de-Lorenzo

ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carla (del 25/05/2010 @ 03:20:22, in Musica, linkato 1589 volte)

ARTISTA SELEZIONATO

The Cellophane Flowers

La scelta di questo mese cade sulla band londinese The Cellophane Flowers. Capitanata dall'italiana Francesca Corradini, questa band alternative-pop si presenta con brani freschi e accattivanti come l'ultimo singolo, che dà il nome al loro attuale EP, "If I Was A Girl", in uscita il prossimo 2 giugno. Già dalle prime note ti cattura e torna a ronzarti in testa ancora e ancora.
La loro musica risente di influenze che vanno da ritmi tribali a elementi di jazz e persino un tocco di pop anni '80. La loro frontwoman è una fan dei The Smiths e di Mazzy Star e ha dato un contributo fondamentale al gruppo grazie alla sua ampia estensione vocale.
La musica dei The Cellophane Flowers è stata trasmessa da radio quali BBC Radio 1 e 6 e numerose stazioni americane, mentre per ascoltarli dal vivo bisogna andare a Londra e dintorni, dove hanno suonato brevi concerti in locali quali Peter Parker’s Rock and Roll Club, Buffalo Bar, The Monarch, The Half Moon e The Troubadour.
Parlando infine del loro nome, essi dichiarano di non averlo rubato ai Beatles, ma di averlo rubato ai Secret Machine, che l'hanno rubato ai Beatles: insomma un furto di seconda mano, che richiama l'immagine elegante di un mondo fatto di plastica.
Prima dell'attuale EP, la band ne ha pubblicato altri due: "The Cellophane Flowers" e "Oh My God!".

The Cellophan Flowers stanno attualmente promuovendo il nuovo EP "If I Was A Girl" che uscirà la settimana prossima e a questo proposito stanno cercando opportunità anche in Italia, patria della loro cantante.

Per leggere e ascoltare di più su di loro:
http://www.myspace.com/thecellophaneflowers
http://www.sonicbids.com/TheCellophaneFlowers

ArticoloCondividi Commenti    Storico Storico  Stampa Stampa
 

Do you speak English?
Click to visit the English blog!

Iscriviti alla mailing list
per non perdere le nuove uscite

Ci sono 379 persone collegate

ATTENZIONE: La navigazione su questo sito implica l'accettazione della
Privacy Policy Cookie Policy
Follow on Bloglovin

Comprami un caffè

Acquista i miei libri su









Questo sito partecipa al programma di affiliazione di Amazon.


Puoi acquistare i miei libri anche su:
   
   Acquista gli ebook su Mondadori Store!   Acquista gli ebook su laFeltrinelli!
 
Ebook acquistabili direttamente dall'ereader in Svizzera 



Dieci anni di "Deserto rosso"!






Segui Anna Persson su Twitter

Official MI Representative

Italian Mars Society

Titolo
- Categorie - (5)
Autori preferiti (3)
Calcio (6)
Cinema (27)
Eventi (36)
Interviste (38)
Links (2)
Luoghi dei romanzi (15)
Miscellaneous (2)
MP3 (2)
Musica (138)
Podcast (29)
Poems (8)
Rassegna stampa (11)
Riconoscimenti (2)
Sardegna (1)
Scena del crimine (7)
Scienza (18)
Scrittura & Lettura (476)
Serie TV (9)
Stories (1)
Thoughts (5)
Varie (17)
Viaggi (3)
Video (7)

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:

Powered by Disqus
< dicembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Titolo
Qual è il genere di romanzi che preferite leggere?

 Narrativa non di genere
 Thriller, gialli, noir
 Fantasy classico (maghi, elfi, ecc...)
 Gotico, horror, paranormale (vampiri, fantasmi, ecc...)
 Fantascienza
 Rosa
 Classici
 Storie vere
 Avventura
 Storico


Scarica gratuitamente la fan fiction
"LA MORTE È SOLTANTO IL PRINCIPIO"
cliccando sulla copertina.
La morte è soltanto il principio
Disponibile su Smashwords.




Titolo

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Gli autori non sono responsabili di quanto contenuto in siti esterni i cui link sono riportati su questo sito.



Copyrighted.com Registered & Protected
 



04/12/2022 @ 15:46:40
script eseguito in 202 ms

Amazon International Bestseller