HOME --- Punto di non ritorno | Abitanti di Marte | Nemico invisibile | Ritorno a casa | Deserto rosso (raccolta) -------------- L'isola di Gaia | Ophir | Sirius | Aurora

INTRODUZIONE
PERSONAGGI
RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
DOVE ACQUISTARE
EXTRA

 

Di seguito sono riportati alcuni passaggi delle numerose recensioni ricevute dai singoli libri.
È possibile leggerne altre su Amazon, Goodreads, Anobii, inMondadori e nella pagina della rassegna stampa.

Punto di non ritorno
Abitanti di Marte
Nemico invisibile
Ritorno a casa
Deserto rosso (raccolta)
L'isola di Gaia
Ophir. Codice vivente


PUNTO DI NON RITORNO

Narrazione piacevole
Che dire, dopo tanti tentativi finalmente trovo un bel racconto di fantascienza italiano.
La narrazione scorre piacevolmente, la storia è ben costruita sia dal punto di vista fantascientifico che dei personaggi.
Paolo Cremonesi su Amazon

Scritto molto bene
C'è uno strano equilibrio tra fantascienza tecnologica e analisi dei sentimenti della protagonista di questa prima parte. La tensione è mantenuta molto bene creando aspettativa del seguito.
Marco su Amazon

Fantascienza condita con molta suspense e un pizzico di rosa
Rita Carla Francesca Monticelli sa come gestire le redini della narrazione e tenere avvinto il lettore.
In Deserto Rosso c'è la tensione della suspense e anche la storia d'amore. Mi è piaciuto molto il gioco dei flashback, che sono un'ottima occasione per conoscere meglio la protagonista ed entrare in sintonia con lei.
Giulia B su Amazon

Voglio andare su Marte!
Bella fantascienza, che grazie alla bravura dell'autrice, non sembra nemmeno tanto fantastica, ma assomiglia di più ad una realtà molto tangibile.
L'interruzione continua tra le varie storie crea grandi quantità di suspense, ingrediente di cui sono a caccia in un libro. Bel trama, bell'idea, ottima scrittura.
Alex Coman su Amazon

Fantascienza in rosa di qualità
Trama intrigante, articolata, tessuto narrativo che si intreccia sapientemente con livelli temporali diversi (flashback & flashfoward direbbe uno più intelligente di me), ottima caratterizzazione dei personaggi che creano empatia e fanno immedesimare a tempo zero il lettore, portandolo fino alla fine con la voglia di continuare a leggere. E così è stato, non appena ho concluso questo primo episodio, ho acquistato subito gli altri 3 con l'intenzione di sorbirli tutti di un fiato.
Davide Cassia su Amazon

Consigliato!
L'ambientazione e la trama sono coinvolgenti, spessi, carichi, non posso che consigliarne l'acquisto a tutti gli amanti della fantascienza.
Druido Bianco su Amazon

Complimenti...!!!!!! Consigliato a tutti
Bellissimo questo primo capitolo della "saga" Deserto Rosso. Ottima l'infrastruttura tecnico-scientifica, interessante la storia, bello e inconsueto il punto di vista femminile. Divorato in una sera, anche perché è solo il breve inizio della storia.
[...]
Mi è piaciuto perfino il continuo saltare nel tempo del racconto, con i moltissimi flashback che oltretutto appaiono con piani temporali diversi. Io di solito preferisco una narrazione asciutta e sequenziale, tipo sceneggiatura di telefilm, che racconti gli eventi così come si susseguono. Ma lo stile dell'autrice rende i suoi flashback molto gradevoli e intuitivi da seguire.
Wally su Amazon

Bello e avvincente!
Davvero bella l'idea e avvincente la narrazione. Aspetto con trepidazione i seguiti. Bella la costruzione del ns mondo futuro e della psicologia dei personaggi, che si evidenzia a poco a poco, lasciando la giusta attesa per ciò che verrà.
DJ su Amazon

Mi ha davvero sorpreso
Onestamente l'ho acquistato solo per il prezzo accattivante e per le recensioni positive e davvero non mi aspettavo molto da un libro di fantascienza scritto in italia e per giunta (non me ne si voglia, ma mi si passerà il fatto che è cosa rara) da un'autrice di genere femminile.
Bello :)
Adso Da Melk su Amazon

Fantascienza con la F maiuscola
Già dalle prime pagine il libro è andato oltre le mie aspettative coniugando una dettagliatissima e credibilissima missione su Marte ad una girandola di colpi di scena: questo proprio grazie ad una trama ricca di flashback e cambi di scena che altri hanno criticato ma che io trovo semplicemente geniale.
Come nei migliore romanzi di fantascienza l'elemento (uno solo in mezzo ad una tecnologia futuribile molto concreta) fantastico che regge il tutto è descritto in maniera credibile e ci viene svelato poco alla volta senza scadere mai di interesse o senza fughe verso l'incredibilità che farebbero perdere l'interesse dell'amante del genere.
Diego Luci su Amazon

Ottimo incipit
Ottima lettura introduttiva per la "saga" marziana dell'autrice!
Consigliato a tutti gli amanti della fantascienza "realistica" e ben scritta!
Anubi su Amazon

Semplicemente bello
Dire che il primo episodio del progetto a puntate di Carla Monticelli è semplicemente bello è forse riduttivo.
La capacità dell'autrice di scrivere di fantascienza facendo sprofondare il lettore nelle atmosfere tipiche dei grandi classici è stupefacente!
Andrea Wierer su Amazon

Una piacevolissima sorpresa
Sono rimasto piacevolmente colpito dalla tecnica narrativa e dalla competenza scientifica dell'autrice. Mi è piaciuto in particolare il ricorso al flashback per inquadrare meglio la storyline dei protagonisti e quel velo di mistero, quell'X-file con cui la Monticelli lascia il lettore alla fine dell'episodio, a chiedersi perché Anna stia compiendo un gesto tanto estremo e soprattutto chi o cosa l'abbia spinta a farlo. Si salverà? I tasselli del puzzle andranno tutti al loro posto? [...] Viva la fantascienza ancorata alla verosimiglianza e alle leggi della fisica.
Complimenti all'autrice anche per il rispetto che ha verso il lettore, nel consegnargli un prodotto limato e curato in ogni suo aspetto, anche grafico.
Germano Dalcielo su Amazon

Molto bello
Prima puntata della saga "Deserto Rosso". È un libro molto bello, la storia è semplice ma comunque molto affascinante e intrigante.
FM su Amazon

Scaricata l'anteprima. Poi l'acquisto immediato
Stavo cercando delle idee sull'esplorazione di Marte e mi sono imbattuto in questa proposta di Amazon. Ho scaricato l'anteprima e ho iniziato a scorrerla. Dopo le prime pagine il racconto mi ha catturato. Ho acquistato la prima e anche la seconda puntata. Un giudizio? Per il momento tutto perfetto. Avvincente! Sono arrivato alla fine senza fermarmi.
Daniele Leoni su Amazon

Bello :)
La prima puntata di "deserto rosso" lascia indubbiamente la voglia di andare avanti con questo romanzo a puntate. Coinvolge, incuriosisce, lascia la voglia di approfondire gli argomenti trattati, nonchè di saperne ancora di più sul conto della protagonista, che è ben caratterizzata e interessante. Leggerò presto la seconda puntata. Ben scritto e piacevole, lo consiglio a tutti.
Noemi su Amazon

Non solo fantascienza
L'autrice è riuscita a dosare egregiamente una storia di fantascienza con dei flashback introspettivi di notevole qualità. Il risultato è che la lettura risulta molto piacevole non solo per gli appassionati di fantascienza.
Antonio su Amazon

Voto 9/10
Un modo di scrivere incisivo, per nulla noioso e ricco di suspense che ti costringe a una lettura tutta d’un fiato. Perché devi sapere... devi.
Bellissime le descrizioni, molto vivide, del paesaggio marziano, la Valles Marineris, le distese di sabbia rossa ti fanno vivere il racconto in modo molto realistico.
[...]
Il racconto ha, tra le sue pieghe, non poche sorprese... io lo consiglio. Da leggere.
Unexist (ScrittoriIndipendenti.com) su Amazon

Bel lavoro
Sono stata subito trascinata dentro al racconto ed è accaduta la magia: ero lì accanto ad Anna sul Pianeta Rosso. Ho apprezzato la commistione tra tecnologia (tra l'altro molto credibile), l'intrigo, i sospetti, l'inatteso. Incastonati nell'insieme flashback come in un gioco di matrioske.
Afrodite su Amazon

Un'incredibile avventura su Marte!
Anna, la protagonista, non è la tipica eroina, super fantastica, che compie imprese strabilianti. E' un essere umano come tutti noi, con le sue fragilità, incertezze, ma allo stesso tempo è una donna convinta dei propri obiettivi e disposta a rinunciare perfino all'amore della sua vita, pur di perseguire il suo sogno. Questo mi ha fatto riflettere parecchio, e mi sono chiesta se io avessi fatto altrettanto, mi fossi trovata nei suoi panni.
Il ritmo della storia è incalzante, ti sembra di farne parte ad ogni istante, e sicuramente questo libro è un page-turner, non riesci a metterlo giu'. Il finale poi è un cliff-hanger inaspettato.
Martina (Cambridge, UK) su Amazon

In trepida attesa del secondo!
Sono sempre stata del parere che tra i criteri per definire un buon libro ci sia la capacità dello scrittore di creare un'empatia con i personaggi tale da provare una miriade di emozioni qualunque cosa facciano o dicono; dispiacersi se sono tristi e sorridere mentre gioiscono e incavolarsi se qualcuno cerca di ostacolarli... E credo proprio che Carla ci sia riuscita! Anna Persson si fa amare! È testarda, sognatrice, determinata e sta facendo ciò che tutti vorremmo..realizzare il suo sogno!
Ale su Amazon

Bello anche se è una "puntata"
La lettura è stata gradevole ed appassionante. Vengono esposti gli eventi intervallati da Flashback che scorrono quasi con cadenza cinematografica fornendo un parallelo tra Marte e Terra, ma senza essere banali o noiosi. Anzi intervengono sempre al momento giusto e spiegano meglio quanto appena successo sul pianeta marziano.
Inoltre mi è piaciuto lo stile narrativo. Il libro l'ho divorato in un pomeriggio.
Walter T (Udine) su Amazon

Definitely compelling!
Racconto avvincente e incredibilmente mozzafiato. Scritto in modo accurato e scorrevole, l'autrice parla con cognizione di causa e mostra di avere fatto un lavoro di ricerca minuzioso e dettagliato. I personaggi sono ben delineati e caratterizzati, suscitando nel lettore una certa empatia e immedesimazione.
Il plot ti cattura e ti tiene inchiodato alle pagine fino alla fine, grazie alla suspense e ai colpi di scena.
Posh su Amazon

Molto interessante
Davvero ottimo, letto tutto d'un fiato! L'unico neo? troppo corto! Aspetto con ansia gli alti capitoli.
Devo dire che si nota il tocco femminile dá un'altra prospettiva alla fantascienza che non mi era mai capitato di trovare.
Consigliato!
Mario D'Amore su Amazon

Anna, il nostro sogno, la nostra passione
È il sogno di ciascuno di noi. È quello che abbiamo sempre desiderato, sognato. È quello che ci tiene svegli talvolta la notte, quello che sogniamo ogni volta che visitiamo i siti e i blog della Nasa, quello che viviamo con passione tutte le volte in cui riguardiamo Neil scendere quegli scalini.
Tutti noi vorremmo essere Anna, che ci appare universale, al pari dei grandi personaggi della letteratura. Ma Anna è un personaggio sfumato, sfaccettato, capace di compiere azioni terribili ed estreme. È una donna dei nostri tempi, non un'eroina classica. È rosa da rimorsi e rimpianti, ma anche capace di straordinari sentimenti ed azioni.
Luca Rossi (Torino) su Amazon

Un colpo di fulmine
Il romanzo è appassionante e claustrofobico nelle atmosfere marziane. I flash back ci aiutano ad inquadrare un personaggio complesso nel quale la lotta interiore non può che appassionare.
Massimiliano Ratti su Amazon

Interessante e cinematografico
Si legge rapidamente, mantiene la tensione viva, è molto visivo, come guardare una puntata di Lost, con flashback che ci donano la storia dei personaggi, della protagonista, in particolare, ma tutto ciò fatto con narrativa, punto di vista e psicologia della protagonista.
Little John su Amazon

Letto tutto d'un fiato...!
Mi sono "bevuto" in tempo zero la prima puntata e non vedo l'ora di avere le prossime.
Scritto molto bene, credo possa piacere anche a chi non e' un amante della fantascienza: i flash-back della protagonista Anna ti permettono senza soluzione di tempo di scorrere la sua storia.
Vax-Kenobi su Amazon

Bellissimo
La sensazione nel leggerlo è quella di affrontare un viaggio nel pianeta rosso.
Pasquale su Amazon

Bellissimo
Si fa molto presto ad affezionarsi ad Anna, le cui azioni e decisioni riescono a essere perfettamente "comprensibili" nella loro straordinarietà.
Scritto benissimo, mai banale nello sviluppo della storia, ci si lascia scorrere avanti e indietro nel tempo con i numerosi flash-back come se nulla fosse.
Franz Vitulli su Amazon

Che cattiveria pubblicare a puntate!
Romanzo molto ben scritto, di pura fantascienza, veramente una "boccata d'ossigeno" per gli amanti del genere.
Il testo è molto scorrevole benché non tralasci di menzionare tutti i dovuti particolari per la ricostruzione delle scene e dei personaggi; il ricorso ai flash-back è molto ben cadenzato e non risulta mai fastidioso anzi, da lettore non amante di questa tecnica devo fare i miei personali complimenti all'autrice che si muove tra il presente narrativo ed il passato con la grazia di un balletto.
Infine, a lettura terminata, mi rendo conto di essere stato trascinato da una giusta tensione narrativa, direi elegante, senza mai scadere in una facile suspense; anche il "colpo di scena" finale, che apre una grande finestra sulla prossima puntata, non viene sbattuto violentemente in faccia al lettore ma viene accompagnato con un graduale crescendo che, se fossimo al cinema, non ci farebbe saltare sulla poltrona ma, ed è sicuramente molto più bello, ci dà il giusto tempo di capire ed immaginare, ci da il tempo di desiderare che la storia evolva in qualcosa di più grande e ci fa amare quel momento perché sappiamo di essere sulla soglia di un nuovo mondo.
marcom5 su Amazon

Una lettura coinvolgente anche per i non appassionati del genere
Quando ho iniziato a leggere 'Punto di non ritorno', il tempo stimato era di circa due ore. Vi assicuro che divorerete questo racconto in meno di un'ora e mezza.
La storia si snoda attraverso flash-back, interessanti sconvolgimenti di trama... e scoperte inquietanti. Mentre la protagonista prosegue nel suo viaggio su Marte, l'autrice ne tesse la storia, il background, i fatti che la hanno portata al fatidico "punto di non ritorno".
Il ritmo narrativo è crescente, mai scontato, pulsante. Il punto di vista scelto per raccontare la storia è quanto mai azzeccato, lasciandoci intravvedere appena solo ciò che nella continuazione del romanzo può essere un' altra voce, un'altra versione dei fatti.
A tratti davvero teso ed emozionante, consiglio 'Punto di non ritorno' anche ai non appassionati di fantascienza: i fatti raccontati appaiono più che mai verosimili, grazie all'ambientazione temporale e al preciso studio delle scienze astronomiche, che Carla Monticelli istoria con estrema abilità divulgativa.
Sebbene la struttura generale di 'Punto di non ritorno' può essere avvicinato a quello della mitica serie tv 'Lost' e il finale essere associabile a quelli Steinbeckiani, nella storia troverete un'anima completamente originale e apprezzabili innesti nella trama che lo proiettano come uno dei migliori prodotti di quest'anno nella mia personale libreria.
Erania Pinnera su Amazon

Figherrimo!
L'Autrice si è attentamente documentata e si vede, riesce a darci l'impressione di arrivare (finalmente!) su Marte insieme alla protagonista e di poterne ammirare ogni istante di bellezza come sarebbe giusto fare anche sul nostro pianeta.
La storia si svela lentamente attraverso riflessioni e ricordi e purtroppo si interrompe proprio quando siamo così presi che nulla ci potrebbe impedire di interrompere la lettura. [...]
L'aspetto che io personalmente (da appassionata di Marte) ho apprezzato di più è il rigore scientifico che in certi passaggi fa del racconto quasi un'opera di divulgazione, descrivendoci con precisione le possibili (forse) missioni sul Pianeta Rosso come se potessimo candidarci a partecipare.
OB1 su Amazon

"Sin dalle prime pagine il lettore è incuriosito e catturato dalla narrazione: la Monticelli decide di raccontarci la storia di Anna, la protagonista, utilizzando la prima persona singolare, permettendoci quindi di avere una finestra diretta sui suoi pensieri e sui suoi ricordi.
Una scelta che dà i suoi frutti, perché consente di concentrarsi sui ricordi di Anna e sulle sue sensazioni, senza contare la possibilità di creare suspense giocando con le informazioni che la stessa protagonista non conosce e che sta tentando di scoprire, creando un parallelo tra lei e i lettori, in cui cresce la voglia di seguirla e rivelare i misteri che si incontrano nel corso della storia."
Camilla P su GoodReads

"In due parole, Deserto rosso è esattamente come dovrebbe essere un ebook autopubblicato: storia interessante, ben scritta, con una protagonista ben caratterizzata, buon senso di serialità, editing e impaginazione impeccabili e prezzo onesto."
Andrea Santucci su GoodReads e Anobii

"La descrizione del paesaggio marziano è molto efficace e permette di “vedere” le rocce di Marte, le sue enormi pianure e gli insidiosi canyon. Ma è si tratta anche di un racconto che analizza anche la psicologia del personaggio, e attraverso vari flash back è possibile ripercorrere la storia del suo passato.
Mi è piaciuto molto questo contrapporsi del passato e del presente che si alternano durante tutto l’arco del racconto. Ci sarà anche un colpo di scena “noir” che non anticipo, per non rovinare la sorpresa, che farà emergere il lato oscuro di questo personaggio forte ma nel contempo anche insicuro. "
Nunzia D'Aquale su Scrittevolmente

"La trama viaggia tra dosati flash back, quasi pennellati come uno script televisivo che scorreva nella mia mente. Visuale, emotivo. Un testo che ti prende per mano e ti porta lungo il viaggio, caratterizzando i personaggi; e per il farti affacciare nella storia poco per volta. Credo che il successo di Deserto Rosso potrebbe raggiungere anche il piccolo schermo se qualcuno volesse."
Giovanni Venturi su inMondadori e "Giochi di parole... con le parole"

"Nel non brillantissimo panorama della SF italiana è stata una piacevole sorpresa scoprire l'inizio di questa avventura marziana. Sia pure con l'uso di meccanismi narrativi classici e di colpi di scena un pochino prevedibili, la narrazione scorre intrigante e la scelta delle "puntate" fa scattare un giusto equilibrio di attesa e freschezza narrativa."
maxshell su iTunes

"Lettura gradevole e mai noiosa. Fantascienza credibile come i racconti di Clarke!"
Fogg74 su iTunes

"Il racconto è ben scritto e narrato con vivido realismo. Uno dei punti di maggior forza è la dettagliata conoscenza da parte dell'autrice delle tecniche e tecnologie di esplorazione umana su Marte. Senza perdersi nei tecnicismi queste aiutano a render credibile la storia, i personaggi ed i loro demoni personali. [...]
Va aggiunto che si tratta di un prodotto estremamente ben curato, scevro dei piccoli ma fastidiosi errori che si riscontrano spesso nelle auto-produzioni. Decisamente consigliato agli appassionati di thriller, fantascienza, e di esplorazione spaziale."
Marco Casolino su La curva dell'energia di legame

"La struttura narrativa: si snoda attraverso flash-back, interessanti sconvolgimenti di trama… e scoperte inquietanti. Carla racconta la storia della protagonista mentre questa si avventura nel deserto di Marte.
Il ritmo: pulsante, mai scontato. A tratti davvero teso ed emozionante, non c’è un minuto di noia.
Il punto di vista scelto: azzeccatissimo, anche perché ci lascia supporre che nelle prossime puntate potremmo leggere un’ altra voce, un’altra versione dei fatti.
Il genere è quello della fantascienza, ma consiglio ‘Punto di non ritorno’ anche ai non appassionati del genere: Carla dimostra di aver studiato in maniera maniacale tutto quello che ruota attorno alle scienze “planetarie”, diciamo, rendendo i fatti più che mai verosimili. E ho anche imparato un sacco di cose che potrei riproporre nella rubrica della scienza per principianti!
Insomma, ‘Punto di non ritorno’ è la cosa più figa che ho letto quest’anno, e uno dei prodotti che mi ha smosso maggiormente, negli ultimi tempi, da lettrice.[...]
Carla è un’altra delle eccellenze “nascoste” del panorama narrativo italiano."
Stefania Mattana su Daily Pinner

"Non sono un esperto di fantascienza, mi sto avvicinando a questo genere letterario solo da qualche mese, e di esplorazioni su Marte non ho mai letto nulla, quindi per me è stata una vera e propria boccata d'aria fresca. Si è rivelata una lettura davvero piacevole, scorrevole e intrigante.
L'autrice, presentando la protagonista della storia, Anna, e la sua scelta di abbandonare la Stazione [...], in una sorta di resa definitiva, cattura fin da subito l'attenzione del lettore.
Ad alimentare la voglia di sapere, poi, contribuiscono i continui flashback. Durante il suo ultimo viaggio, infatti, la donna è subissata dai ricordi, sommersa da dubbi riguardanti gli altri membri dell'equipaggio: si viene a conoscenza di aspetti del suo passato, di sfumature inaspettate del suo carattere, si incontrano personaggi secondari visti dalla sua prospettiva, ci si imbatte in colpi di scena e accenni a misteri insoluti.
[...]
Inoltre, se a tutto ciò sommiamo la sapiente, efficace e mai noiosa descrizione del paesaggio marziano, con le rosse distese desertiche, le rocce, i canyon delle Valles Marineris, e una scrittura incisiva, diretta e senza fronzoli, non può che venirne fuori una lettura affascinante e coinvolgente."
Matteo su Storie Dentro Storie

"La nostra attenzione viene catturata immediatamente perche il racconto non è scritto in ordine cronologico, ma in vari flash back che ci riportano indietro a quella che è stata la sua vita prima della missione, al periodo d’addestramento; iniziamo a conoscerla meglio, i suoi dubbi e le sue paure, le sue origini e il ruolo del padre nella sua vita, inoltre veniamo iniziati ai misteri insoluti e alle stranezze legati alle due missioni spaziali. Cosa ne è stato dell’equipaggio dell’Hera? E cosa è andato storto nell’Isis?
Un modo di scrivere incisivo, per nulla noioso e ricco di suspense che ti costringe a una lettura tutta d’un fiato. Perché devi sapere... devi.
Bellissime le descrizioni, molto vivide, del paesaggio marziano, la Valles Marineris, le distese di sabbia rossa ti fanno vivere il racconto in modo molto realistico."
Valentina Zaccheddu su InfinitiMondi

L’autrice è Rita Carla Francesca Monticelli, che fa un esordio nel mondo della fantascienza letteraria che difficilmente verrà dimenticato. Il Romanzo infatti, grazie a un sapiente utilizzo di flashback e colpi di scena riesce a mantenere un ritmo intenso, senza mai annoiare o dilungarsi in descrizioni esagerate. Interessanti oltretutto sono i diversi punti di vista [nota: riferito ad "Abitanti di Marte"] che si hanno durante la lettura che permettono una visione completa delle vicende."
Una lettura che vivamente consiglio a tutti gli appassionati di fantascienza, una volta che lo avrete cominciato non riuscirete più a staccarvi ( e probabilmente scriverete all’autrice per sapere quanto manca all’uscita del prossimo capitolo)."
Niccolò Corvini su FarSpace

"Ci sono varie ragioni per cui la storia è tanto intrigante. L'alone di mistero che permea gli avvenimenti succedutesi nella base su Marte, tanto per cominciare: si accenna a suicidi, malattie, ma tutto ciò che abbiamo sono i sospetti della protagonista, sempre espressi in modo ambiguo, senza dare reali elementi per permettere al lettore di formarsi una propria opinione. In secondo luogo, il piano stesso di Anna, che intuiamo ma di cui lei non parla mai in modo dettagliato.
Insomma, si tratta di una fantascienza che punta sul mistero, sull'elemento psicologico, che in questo mi ha ricordato - mostri a parte - le claustrofobiche e paranoiche atmosfere de La Cosa di Carpenter."
Aurora Torchia su WoRLD of LyVELiN

"E' il sogno di ciascuno di noi. E' quello che abbiamo sempre desiderato, sognato. E' quello che ci tiene svegli talvolta la notte, quello che sogniamo ogni volta che visitiamo i siti e i blog della Nasa, quello che viviamo con passione tutte le volte in cui riguardiamo Neil scendere quegli scalini.
Tutti noi vorremmo essere Anna, che ci appare universale, al pari dei grandi personaggi della letteratura. Ma Anna è un personaggio sfumato, sfaccettato, capace di compiere azioni terribili ed estreme. E' una donna dei nostri tempi, non un'eroina classica. E' rosa da rimorsi e rimpianti, ma anche capace di straordinari sentimenti ed azioni."
Luca Rossi su Smashwords

"Il primo racconto va via in un fiato ed è veramente scritto bene. Entri subito nel personaggio e nell'ambiente. Bella l'idea dei flash-back che si alternano alla storia principale."
Paolo Rossi su Smashwords

"Ambientazione: il pianeta rosso. Seconda missione su Marte per un viaggio di cui non è previsto il ritorno. Morti inspiegabili, sospetti. Il ricordo della prima missione, nessun superstite. La protagonista femminile fugge dalla base su un rover, attraversa il deserto marziano. Per sfuggire dai pericoli della base. Apparentemente senza meta… per dimenticare il suo passato…per suicidarsi?
[...]
Suspense, azione, in un romanzo di Rita Carla Francesca Monticelli, che vi terrà incollati ad una trama avvincente."
Marco Santini su Smashwords

 

ABITANTI DI MARTE

Cosa, cosa, cosa?
Una piacevole e grande sorpresa scoprire di aver avuto gli stessi dubbi dei personaggi, conferma della bravura dell'autrice che è riuscita a farmi immedesimare: quasi quasi speravo che il mio dispositivo di lettura fosse un vero e proprio "folio" per avere gli aggiornamenti degli astronauti in tempo reale. Complimenti veramente!
Alex Coman su Amazon

Divorato in poche ore...
Questa non è fantascienza fredda e impalpabile come il vuoto cosmico o come Plutone nei mesi invernali :). I personaggi di questa autrice sono vivi, hanno dei sentimenti, sono molto umani. Questo non deve far storcere il naso ai bruti con lance e pistole laser, abituati a leggere di droni, robot e satelliti dalle facce buie. Intrighi, amore, odio, valore e amicizia, sono il sale di questo racconto, ma anche l'esplorazione, la colonizzazione, lo sci-fi puro, il tutto mescolato in un cocktail davvero delizioso.
Davide Cassia su Amazon

Molto avvincente
Sto letteralmente divorando i capitoli di questa saga: la trama è veramente ben congegnata e avvincente.
Massimiliano Godani su Amazon

Sempre più coinvolgente
Il mistero di Marte e la sensazione claustrofobica del dover condividere gli stessi angusti spazi per anni con poche persone: conflitti e passioni molto umani, nel contesto di una fantascientifica (ma molto verosimile) missione su Marte.
Giovanni R su Amazon

Complimenti...!!! Consigliato a tutti
Bella storia, ben scritta, stile personale, punto di vista femminile, ottimi dettagli tecnico-scientifici, molta suspense, ottima caratterizzazione dei personaggi.
Wally su Amazon

Bellissimo!
Ancora più bello e avvincente della prima puntata! Come sempre finisce troppo presto e lascia la voglia e la curiosità di scoprire ciò che succederà...
DJ su Amazon

Sorprendente
Lo stile è fluido e la storia semplicemente sorprendente. La trama si fa interessante pagina dopo pagina e, con la fluidità degna dei maestri del genere, la Monticelli riesce a cambiare le prospettive del racconto con una velocità disarmante.
Andreas Wierer su Amazon

Una conferma
La passione dell'autrice per le serie tv, la scienza e per la scrittura di qualità, traspare dalle pagine in maniera tangibile e per un lettore esigente è un piacere poter fruire di un prodotto editoriale limato in ogni sua parte, a partire da un'impaginazione perfetta e l'assenza di refusi.
Azzeccato l'uso del flashback per creare aspettativa nel lettore e notevole anche la resa psicologica della protagonista, coi suoi dubbi, le lotte interiori, la frustrazione e un'insofferenza neanche tanto dissimulata verso il genere maschile.
Originale la scelta dell'autrice di non farne un'eroina in cui immedesimarsi, né tantomeno una donna "impossibile" o una Wonder Woman di cristallo. Anna Persson è un personaggio che ha una dote che pochi personaggi hanno: la capacità di far prudere ogni tanto i pollici al lettore, e non certo per darle una pacca metaforica sulle spalle.
Germano Dalcielo su Amazon

Anche meglio del primo episodio
Più personaggi, vicende, sorprese, qualche risposta e nuove domande.
E ci si continua a chiedere: "Cosa succederà dopo?"
Oddlygeek su Amazon

La seconda puntata è meglio della prima
Adesso che sono arrivato alla fine anche di Abitanti di Marte non vedo l'ora che arrivi il resto del racconto. Un giudizio? Per il momento tutto perfetto. Avvincente!
Daniele Leoni su Amazon

Impossibile da metter giù
Sconsiglio vivamente la lettura prima di andare a dormire. La storia è così accattivante, ricca di intrecci e di emozioni, che quando poi mi addormentavo la sera rivivevo nei miei sogni i passaggi che avevo appena letto, come in un film! La mattina mi sembrava quasi di esserci stata io su Marte e non mi sentivo del tutto riposata :-)
[...]
Quello che cattura l'attenzione è anche lo sviluppo dei personaggi, dei compagni di viaggio di Anna.
Hanno personalità molto diverse e uniche, le loro interazioni incuriosiscono il lettore, non riesci proprio a capire cosa passi loro per la testa, e ti aspetti che reagiscano in un modo, e invece fanno tutt'altro. L'elemento sorpresa è presente di continuo nella trama, e come lettore rimani a bocca aperta e vuoi scoprire le motivazioni dietro certe scelte, azioni, o emozioni.
Martina Munzittu su Amazon

Voto 9/10
Anche questa volta l’autrice è abile nel catturare la nostra attenzione e trascinarci inesorabilmente dentro la storia. Come nel primo episodio, il presente della nostra protagonista si alterna ai ricordi del passato, in particolare agli ultimi mesi di vita nella stazione spaziale e a agli avvenimenti che l’hanno portata a prendere la decisione di partire per questa avventura suicida. Ma oltre al suo punto di vista abbiamo anche quello di un altro membro dell’equipaggio, Hassan, quello con il lato più oscuro di tutti, ma che rivelerà molto di sé e ci farà cambiare idea, o forse no?
Unexist (Scrittori Indipendenti) su Amazon

Ottimo secondo episodio
Molto bello questo secondo capitolo che dosa bene alcune risposte a domande lasciate aperte nel primo libro a nuovi misteri. L'autrice riesce ad alternare bene presente e passato, così come le vicende che hanno luogo sulla Terra a quelle su Marte mantenendo sempre un buon ritmo. Interessanti i personaggi, tutti in qualche modo un po' ambigui e misteriosi, a cominciare dalla protagonista.
Fede su Amazon

Ora si fa sul serio!
I personaggi ci vengono mostrati in tutte le loro sfaccettature, la loro personalità viene approfondita anche grazie ai flashback, le nostre impressioni e le nostre ipotesi vengono messe in discussione, forse anche al di là della trama del romanzo.
L'Autrice dimostra più che mai la sua competenza scientifica ed il rigore nel documentarsi e si vede bene che ha deciso di fare felici gli appassionati di fantascienza e chiunque sia mai stato un sognatore. Ci accompagna nelle ipotesi e nelle scoperte e ci da il tempo di formulare delle teorie e di vederle confermate, con crescente entusiasmo. Entusiasmo che si colora di impazienza per il seguito e resta inalterato oltre la nota di brivido (non dico altro) del finale.
OB1 su Amazon

Quando la fantascienza va a braccetto con una thriller story
Suspense, colpi di scena al cardiopalma e una maggiore caratterizzazione dei personaggi sono il leit motiv di questa narrazione, avvincente ed appassionante.
Degno di nota è il sapiente uso del flash-back, in una sorta di avanti-indietro tra la vita su Marte e il pianeta Terra: chiaro e lineare, permette una facile e scorrevole comprensione, senza creare confusione tra i differenti "piani temporali".
Altrettanto accurata è la parte di descrizione meramente scientifica, in cui la minuzia dei particolari appare assolutamente verosimile, degna del lavoro di un vero scienziato (categoria, peraltro, cui appartiene l'autrice Monticelli).
Posh su Amazon

Il più bel ebook di fantascienza prima della fine del mondo!
Abitanti di Marte è un'opera prodigiosa, fantascienza allo stato puro. È un viaggio su Marte dove l'autrice fa sentire il lettore a casa. Gli stacchi temporali, i flashback, i ricordi sono mischiati sapientemente e creano un costante senso d'attesa. È una lettura che non dà tregua... impossibile smettere di leggere.
La parte scientifica appare assolutamente verosimile. È un testo magico, ma realistico. I personaggi sono ben delineati e caratterizzati.
I colpi di scena sono sensazionali e ben calibrati.
Mi sono goduto questo viaggio su Marte, dal quale non sarei più voluto tornare.
È la fantascienza che più apprezzo: il futuro, l'esplorazione... quello che ci aspetta... quello che sogniamo.
Luca Rossi su Amazon

Da non perdere!
La saga continua e non tradisce le aspettative. La trama, sempre più accattivante, non rende assolutamente la lettura difficile che invece, risulta scorrevole e piacevole. La descrizione degli ambienti e dei paesaggi, suggestiva come sempre, si sposa perfettamente con gli stati d'animo della protagonista. La scrittrice continua a mostrarci nuovi lati della personalità dei personaggi che, dal mio punto di vista, continuano a stupire.
Meh su Amazon

...e la curiosità continua!
La storia è scritta molto bene, ricca di suspense e colpi di scena tali da avermi tenuta incollata finchè non ho visto l'ultima pagina!
Ale su Amazon

Speriamo che...
... l'autrice ci ripensi e decida di andare oltre i 4 episodi previsti;
... non ci faccia attendere tanto tempo per le nuove puntate;
... qualcuno se ne accorga e ci faccia un film o ... un film a puntate.
Non scherzo e non esagero, finora la mia passione per la fantascienza è stata ben nutrita come non succedeva da tanto: ben scritto, storia avvincente, personaggi ben approfonditi, descrizioni precise, poca fanta e tanta scienza, mai una scena meno interessante e sempre il desiderio di continuare a leggere per vedere quali nuovi sviluppi ci saranno e dove ci porterà la storia.
Marcom5 su Amazon

Nuova stella della letteratura fantastica italiana
Ero rimasto folgorato dal primo (Deserto rosso - Punto di non ritorno) ma il secondo è addirittura più ricco di particolari e si dipana in maniera egregia.
La Monticelli scrive con una naturalezza incredibile. È un piacere per me lettore avido ed esigente farmi portare per mano nuovamente nella vita e le avventure di Anna (la protagonista).
Massimiliano Ratti su Amazon

La suspense aumenta
Personalmente mi piacciono molto queste scene in cui c'è il confronto scientifico sulla scoperta, sull'incredulità degli altri verso quanto superi in qualche modo la sfera razionale o comunque elementi su cui focalizzare meglio.
Carla Rita Francesca Monticelli ci accompagna in questa seconda avventura portandoci in un nuovo finale degno della miglior serie televisiva, dove scoperte alcune piccole cose si accalcano nuove domande su cui si avrà modo di indagare nei prossimi due episodi.
Little John su Amazon

L'attesa per il secondo episodio è stata grandemente ricompensata
Il punto forte di "Deserto Rosso" non risiede solo nella trama, ma anche nella capacità dell'autrice di modulare le voci narranti che trasportano il lettore all'interno del modulo marziano. Niente è lasciato al caso, niente è come sembra.
Erania Pinnera su Amazon

 

NEMICO INVISIBILE

Quasi quasi divento alieno...
Ho fatto più esercizi di respirazione con questo libro che in un vero allenamento: mi ha sempre tenuto con il fiato sospeso.
Molto buona anche la nuova idea di "alieno", di "marziano". Mi sono sorpreso a voler capire questi "alieni": capire quella forma di felicità, da dove arriva e il suo perché. Forse un po' vorrei essere un "alieno".
Anche questa volta sono stato soddisfatto dalla bravura dell'autrice: non si limita solo a descrivere queste sensazioni, ma le dimostra anche con le azioni dei personaggi (molto ben definiti), riuscendo ad aggiungere il massimo della tensione.
Alex Coman su Amazon

Terzo episodio avvincente
La storia comincia ad assumere sfumature inquietanti, non voglio dire niente per non spoilerare, ma quella roba lì nell'acqua mi fa paura, e ho detto tutto.
[...]
Devo dire che questo terzo episodio è quello che, per il momento, preferisco, perché c'è più azione, più morti, più sangue (che ci volete fare, sono un bel esemplare di sesso maschile) e diversi nodi vengono al pettine, rivelando tutta la potenzialità della saga.
Davide Cassia su Amazon

Inattesi sviluppi
Il lettore sta per scoprire un grande mistero che si nasconde sotto la superficie del Deserto Rosso.
Molti inaspettati sviluppi, anche la storia che il lettore già conosce sarà vista da una prospettiva molto diversa.
Giovanni R su Amazon

Bello, veramente bello
Ho iniziato a leggere il primo capitolo solo per gioco e basandomi sulle recensioni dei lettori, ma poi mi ha preso e ho letto anche i successivi. I libri si leggono facilmente e la storia è molto intrigante.
Mario Beccia su Amazon

La maturità di un'autrice self
Ogni capitolo genare un'eccezionale ansia di proseguire. La lettura sembra procedere veloce come in pochi altri titoli usciti ultimamente. L'evoluzione della storia è magistrale. Il finale è fantastico.
L'ebook è anche straordinariamente verosimile. Ci troviamo su Marte e si ha sempre l'impressione che ogni evento, anche il più singolare, faccia realmente parte del novero delle cose possibili. L'autrice riesce a fornirci un quadro eccezionalmente convincente delle varie sfaccettature della storia: dai contatti con la Terra alle vicende parallele sul nostro pianeta, dai vari spostamenti su Marte agli inspiegabili eventi che danno filo da torcere alla nostra protagonista.
Anna è adorabile. Di lei impariamo a conoscere ogni lato del suo carattere, che ci appare in tutte le sue sfumature.
Luca Rossi su Amazon

Sono stato su Marte
Sapete cosa penso? Penso che io su Marte ci sono stato.
A volte l’ambientazione, specialmente quella….come fare a non rovinare la sorpresa…..nelle gite fuori porta…..mi ha ricordato quelle eleganti e angoscianti delle migliori puntate dello Star Trek classic series.
Il risultato è strepitoso.
Massimiliano Ratti su Amazon

Fantascienza di serie A
L'autrice riesce a calare una serie di assi che risvegliano l'attenzione facendo macerie delle aspettative che il povero lettore si era fatto fino a buon punto. Sapevamo della meticolosa descrizione dei mezzi e delle opere, tanto da essere una vera e propria scenografia. Sapevamo dei turbamenti di Anna e di Hassan, e del piacere dell'autrice di far vedere che quel che sembra non è, e quel è, potrebbe. Sapevamo di richiami, rimandi, evocazioni, se non citazioni, della fantascienza più classica. La carne al fuoco è tanta ma quando, alla fine, due personaggi si accomodano in cabina, non avanza neanche mezza salsiccia, perché tutto torna come deve in attesa dell'ultima puntata, o finale di stagione, come ci hanno abituato da qualche anno a questa parte. Questa storia non ha nulla da invidiare a qualsiasi altra che vi possa venire in mente, il finale (di episodio) rutilante aggiunge pepe a qualcosa già esistente e perfettamente strutturato. Questa lunga saga merita tutte e cinque le stelle, non solo perché, come in un film di Spielberg, non manca nulla, ma anche per il riuscito tentativo di caratterizzare la protagonista oltre ogni aspettativa e oltre, soprattutto, ogni canone del genere.
Zipporo su Amazon

Una serie in crescendo
Non mancano infatti azione, suspense e sorprese che riescono a mantenere alta (anzi, sempre in crescita) la tensione e la voglia di leggere ancora un'altra pagina per scoprire cosa succede dopo. Completano il tutto una buona ambientazione, personaggi interessanti e una solida base scientifica (perlomeno fin dove è possibile), che rendono anche questo romanzo un ottimo esempio di hard science fiction all'italiana.
Oddlygeek su Amazon

Impossibile da mettere giù
Nemico Invisibile è ricco di azione, il ritmo è incalzante e ogni pagina riserva una nuova sorpresa. La cosa che mi piace del libro (e della serie in generale) è il fatto che niente è prevedibile; tu ti aspetti che succeda una cosa e invece ne capita un’altra, e seppure prospetti diversi scenari dell’evoluzione della storia, nessuno di questi si verifica.
[...]
L’autrice è riuscita a rendere benissimo il tutto: i personaggi sono credibili, i luoghi immaginabili, le sensazioni percettibili, e qui parlo di tutti i sensi.
Martina su Amazon

Libro entusiasmante
Ritmo, cura del dettaglio, suspense e colpi di scena .... quanto basta per tenermi incollato al Kindle fino a notte fonda.
Andrea 72 su Amazon

Una delle migliori scrittrici del panorama italiano
La Monticelli riesce a dipingere i personaggi in modo sublime, facendoti addentrare nelle loro anime e donandoti la possibilità di vivere delle fortissime emozioni. La competenza tecnico-scientifica dell'autrice è di altissimo livello. Nulla viene lasciato al caso.Le scene sono descritte con una tale dovizia da sembrare di trovarsi in prima persona su Marte.
Gianluca su Amazon

Decisamente da leggere
Storia che non aggiunge nulla di nuovo alle solite storie fantascientifiche, ma proprio per questo è ancora più rilevante lo sforzo ben riuscito della scrittrice di dare un'originale personalità ai vari personaggi, soprattutto della protagonista, non una eroina ma bensì una donna con tutti i suoi pregi e difetti, punti di forza e terrificanti debolezze.
Simone su Amazon

Non c'è due senza tre!
Azione, pathos, colpi di scena, anche questa volta l'autrice non si fa, e non ci fa, mancare nulla!
Fantascienza plausibile, ben congeniata, scrittura scorrevole e dialoghi ben strutturati.
XIIX su Amazon

Il Deserto Rosso non delude, e stupisce ancora!
Carla Monticelli si conferma una grandissima tessitrice di trame e di gap a sorpresa, perché il Nemico Invisibile è meno scontato di quel che si pensi!
Ancora, i protagonisti si rivelano dei muta-faccia (passatemi il termine) e le sfumature delle loro personalità rendono ancora più interessante il romanzo.
Erania Pinnera su Amazon

Sorpresa inaspettata
Personaggi meravigliosi con umanissime debolezze ed una psicologia descritta nei dettagli. Un ritmo sempre più coinvolgente e un precipitare degli eventi che ti tengono piacevolmente invischiato nella trama.
Galions su Amazon

Molto interessante
Ti sembra di vivere veramente su un altro pianeta.. Marte! Con un piccolo tocco di storia d'amore che non nuoce mai in un romanzo.
Camilla su Amazon

Un crescendo di emozioni
Il crescendo della tensione e il dipanarsi della trama ti avvolgono come una calda coperta d'inquietudine.
I personaggi sono sempre più "reali" tanto da entrare in contatto diretto con il lettore, trasferendogli timori, ansie ed emozioni.
Andrea Wierer su Amazon

Fuori l'autore
Come a teatro invito l'autrice a salire sul palco per il nostro doveroso omaggio.
[...]
Ottima fantascienza.
Ottima scrittura.
Ottimo approfondimento dei personaggi.
Ottima tensione narrativa.
Personalmente mi hanno affascinato la percezione del grande lavoro di ricerca che viene fuori durante la lettura e la perfetta "organicità" della storia raccontata. Ed ho trovato bellissimi i dialoghi tra i due protagonisti che mi hanno permesso di scrutare l'anima di entrambi.
Insomma, tutti in piedi per applaudire.
Marcom5 su Amazon

Aiuto arrivano i marziani!!!
Letto in due giorni, con la tensione che ti arriva ovunque, quasi chiudi il lettore e-book per calmarti, poi non ci riesci e vai fino in fondo. E con Anna vai avanti tra la storia su Marte e i flashback delle varie vicende che si legano a lei e ai personaggi coinvolti.
Little John su Amazon

Ottimo episodio!
Ottimo sequel in attesa dell'episodio finale. Scritto molto bene non ha alcun momento di pausa e la trama si sviluppa coerentemente e con i giusti colpi di scena!
Anubi su Amazon

Simply amazing!
La lettura scorre via veloce e i colpi di scena si susseguono a ritmo incalzante, creando tensione e sgomento nel lettore che si ritrova completamente avvinto nella trama del racconto.
Il finale poi, beh, è assolutamente spiazzante, un vero e proprio colpo di teatro!
Meraviglioso!
Posh su Amazon

Alieno
La trama arriva ad un punto cruciale, i personaggi si evolvono, l'Autrice si diverte a farci febbrilmente formulare ipotesi e gioca con i nostri sospetti e le nostre ingenue ed umane speranze, guardandosi bene dal darci tutte le risposte, anzi.
Questo terzo capitolo ci regala, come gli altri due, emozionanti e dettagliati scenari di fantascienza per la pura gioia degli appassionati del genere, uniti ad una sempre sorprendente caratterizzazione dei personaggi.
L'intreccio è serratissimo, in continua evoluzione ed a tratti volutamente disorientante, fare pause nella lettura sarebbe stato utile per riflettere sugli avvenimenti e anche godersi l'episodio più a lungo, ma è davvero difficile.
Un bellissimo Marte, veramente "marziano" quanto lo sognamo,finalmente!
OB1 su Amazon

Fantascienza con la "F" maiuscola
"Deserto Rosso" è una fantastica avventura, scritta con uno stile ed un'accuratezza di dettagli che non ha assolutamente niente da invidiare ai grandi maestri della fantascienza americana. La prima impressione che ebbi, durante la lettura del primo capitolo, "Punto di non ritorno", fu quella di trovarmi di fronte ad un'opera del grande e compianto Michael Crichton: una storia di fantascienza avvincente e ben costruita, anche dal punto di vista scientifico, ambientata sul pianeta più "misterioso ed affascinante" del sistema solare: Marte.
Paolo Mazzoni su Amazon

I marziani non sono verdi
Possono dei "marziani" essere davvero originali e imprevedibili? Con tutte le storie ambientate sul pianeta rosso il lettore potrebbe accostarsi a "Deserto Rosso" con pregiudizio e sufficienza. Eppure l'autrice, che con "Nemico invisibile" ha firmato una grande terza puntata della serie, sa come sorprendere, stupire e soprattutto tenere il lettore attaccato alla pagina fino alla fine. Finalmente gli alieni hanno qualcosa di veramente nuovo da dire. Come hanno molto da dire e da raccontare di sé gli umanissimi protagonisti, caratteri scolpiti nella narrazione in un buon equilibrio di azione e approfondimento piscologico. Uso sapiente del flashback, svolte narrative che aumentano la curiosità fuggendo sempre dalle soluzioni troppo facili: Rita Carla Francesca Monticelli, in arte Anakina, è un'autrice consapevole e matura a dispetto dei pochi titoli pubblicati.
Altur su Amazon

Terzo capitolo, and counting!
Come per gli altri capitoli, trovo davvero interessante e innovativo il punto di vista dell'autrice, che esplora le emozioni e i sentimenti dei personaggi, senza tralasciare le spiegazioni tecnico-scientifiche care agli affezionati della scifi.
Mario D'Amore su Amazon

È invisibile però non è certo che sia proprio un nemico.
Dopo la lettura delle tre puntate di Deserto Rosso la bravissima Rita Carla Francesca Monticelli è diventata una delle mie scrittrici preferite.
[...]
Non mi resta che complimentarmi col l'autrice per l'efficacia del suo stile narrativo, la profondità dei concetti e il rigore delle descrizioni tecniche da cui traspare un solida cultura scientifica multidisciplinare.
Daniele Leoni su Amazon

Il viaggio su Marte continua!
L'autrice colpisce ancora!Dico solo che quest'ultimo, il terzo della serie, aveva il doppio delle pagine di quelli precedenti e l'ho divorato comunque in 2 giorni!!
[...]
L'idea è ottima ed ogni scena ti fa pensare "oddio..e adesso??"!
Ale su Amazon

"Appena finito di leggere e vorrei fare i miei complimenti alla scrittrice per avermi dato ancora una volta l'impressione di essere li, nella sua storia, nel suo libro!"
Fabiosat su inMondadori

La migliore autopubblicata che ho letto finora
Questo episodio è il migliore della saga marziana. Ho apprezzato tantissimo la componente ansiogena che permea le pagine dall'inizio alla fine, la competenza tecnico-scientifica dell'autrice, la resa psicologica dei personaggi, la tecnica narrativa che alterna flashback e livelli temporali, e infine la veste grafica ed editoriale davvero professionale. Insomma gli 89 centesimi meglio spesi in vita mia.
In attesa famelica dell'ultimo episodio.
E pensare che fino a un mese fa aborrivo la fantascienza...
We love Anna Persson.
Germano Dalcielo su Amazon


RITORNO A CASA

Ottimo
Libro molto interessante in cui la componente fantascientifica si fonde ad atmosfere da thriller, condito inoltre da qualche elemento “rosa”. Avvincente e originale sia nella trama che nella descrizione dei personaggi, ben caratterizzati e mai banali.
Effe su Amazon

Consiglio la lettura a tutti gli appassionati del genere.
Mi sono innamorata dei personaggi, pagina dopo pagina e immersa nella lettura, grazie alla bravura dell'autrice, ho vissuto insieme a loro questa emozionante avventura ricca di suspense e di mistero.
Maristella su Amazon

Un bel finale. Peccato sia finito.
È con sentimenti contrastanti che si va a leggere l'episodio finale di Deserto Rosso. Sentimenti contrastanti perché si pregusta l'attesa di conoscere il finale e il destino dei protagonisti e al tempo stesso si sente già la mancanza di una bella storia che ci ha accompagnato per mesi.
[...]
Un aspetto caratteristico di questa storia, forse ancora più accentuato in questo episodio, è la neutralità della narrazione rispetto alle motivazioni dei personaggi. Non c'è un senso del giusto e del sbagliato: si può infatti provare simpatia per il villain, come fastidio per alcuni comportamenti dell'eroe. Questo aspetto è reso bene, senza forzature o stonature.
Oddlygeek su Amazon

Finale... da aspettare.
Finito questo episodio e finita la saga, devo dire che è stata un'esperienza molto unica immaginare Marte con le parole dell'autrice. I personaggi sono tutti ben definiti, hanno tutti la loro personalità e sono loro che prendono le decisioni e non gli eventi casuali a comporre la storia.
Mi è piaciuta molto la nuova idea di "alieno" e della sua "evoluzione" e "continuità della specie".
Alex Coman su Amazon

La fine del principio, tra inseguimenti, virus, filosofia galattica, odio e passione
Come un'esperta sceneggiatrice holliwoodiana, Rita mescola la vicende intime che coinvolgono il trio Jan-Hassan-Anna con un micidiale pericolo che potrebbe attentare alla libertà dell'uomo. Si susseguono i febbrili episodi ambientati nelle strutture della Nasa, la lotta di Anna per la riconquista di se stessa e del proprio passato, personaggi secondari sempre piacevolmente delineati e veritieri.
Luca Rossi su Amazon e sul suo blog

Ora voglio il film!
Bel romanzo ambientato in un futuro prossimo rispettando le ricerche scientifiche attuali e da lì ben sviluppato sulla parte fantasiosa; sembra di vivere un prologo di quello che potremmo vivere fra poche decadi!
Ottima caratterizzazione dei personaggi, in particolare la protagonista, finito il libro vi sembrerà di averla conosciuta davvero!
GrazAndCat su Amazon

Ultimo romanzo (forse) della saga
Devo dire, a conclusione, che la lettura di questa saga di fantascienza opera di una promettente autrice italiana è stata un autentica sorpresa.
Una citazione, che per una serie di motivi mi ha colpito particolarmente e che mi sembra riassumere lo spirito di quest'opera:
"Solo perché non siete in grado di vedere qualcosa, non vuol dire che non esista".
Giovanni R su Amazon

Degno finale per un fanta-thriller!
I primi tre episodi mi lasciavano sempre in bilico tra definire la storia thriller-spaziale o fanta-thriller, cioè quale anima delle due avesse il sopravvento sull'altra. Il dubbio si è risolto alla fine, almeno per me: questo è un romanzo di fantascienza, e non ci può essere dubbio perché i continui e puntuali rimandi scientifici al funzionamento delle navi spaziali come alla fisiologia e ai distacchi spazio-temporali appartengono solo a quest'ultima, come in un romanzo di Clarke-Pohl.
[...]
Che Hassan e Anna avessero qualcosa da chiarire era evidente fin dal loro primo incontro; meno evidente è la sfaccettata, e direi travagliata, figura imprevedibile della protagonista femminile.
Su tutto aleggia la minacciosa presenza di Melissa, battuta, forse cambiata, ma non certo sconfitta. La rivedremo? Credo di sì, e quasi quasi voto per lei come attrice non-protagonista o co-protagonista.
Zipporo su Amazon

Un ritorno "fantastico"
Più complesso degli altri tre episodi, ancora più vertiginoso per i continui salti in avanti e indietro che ogni volta aumentano la consapevolezza del lettore e lo spessore dell'azione, "Ritorno a casa" ha il merito di fornire i mattoni che ancora mancavano alla costruzione di una grande suggestione fantascientifica. Un'intuizione feconda di sviluppi, un'idea seminale che dopo aver narrato una storia avvincente e senza sbavature punta la navicella un po' più in là e sfida i grandi del genere sul loro terreno, quello della costruzione dei mondi.
Altur su Amazon

Piacevole Sorpresa
È quel genere di romanzo che letto la sera ti rapisce, pensi "leggo solo un ultimo capitolo prima di dormire" e poi non riesci a smettere. Divorato.
Riccardo Cupardo su Amazon

Epopea marziana
Ricco di innovativi colpi di scena, e con una trama mozzafiato che lascia il lettore incollato alle pagine, il romanzo comprende un vasto campionario di personaggi che, a differenza di altri scritti del genere, vengono approfonditi con particolare cura evidenziando le loro peculiari caratteristiche personali: amori, paure, nevrosi, e sentimenti, talvolta contorti e contrastanti. Ogni protagonista di questo romanzo è, allo stesso tempo, un eroe e un antieroe, ricco di quella complessità psicologica che si riscontra spesso nella vita reale e raramente in opere di questo genere.
Sergio su Amazon

La Conclusione di una grande epopea marziana
Parlando per analogia fantascientifica, se nei primi tre episodi l'autrice è riuscita a costruire un'astronave meravigliosa, nell'ultimo ho avuto la conferma che non solo funziona magistralmente, ma che è capace di farci compiere viaggi straordinari; come direbbe il primo ufficiale Spock: “Per arrivare là, dove nessuno è mai giunto prima.”
[...]
La trama è avvincente, ricca di suspense, colpi di scena e tanta originalità. I personaggi sono indagati a fondo e la parte tecnica, sia quella esobiologica che quella ingegneristica, è trattata con elevata competenza.
[...]
riesce ad inserire con estrema facilità ed equilibro, un condensato “pazzesco” di emozioni, che riescono a percuotere fin dentro l'anima.
Gianluca su Amazon e sul suo blog

Questo io lo chiamo talento!
I personaggi della Monticelli invece non appaiono mai falsi, mai artefatti. Sono persone reali ognuno con la sua personalità.
L'eroina stessa non è senza difetti anzi ne è piena. Ha commesso errori che ci fanno faticare ad amarla ma dobbiamo seguitare a leggere di lei.
Massimiliano Ratti su Amazon

Sono di parte...
...ma questa volta Carla si è superata: bravissima! Un capitolo finale strepitoso per un'altrettanto strepitosa saga, una delle poche che, finita, ti viene voglia di rileggerla tutta d'un fiato. Rinnovo la domanda espressa in una precedente recensione: e adesso???
Omar su Amazon

5 stelline piene per il gran finale!
Testo scorrevole, ricco di colpi di scena, cura dei personaggi e dettagliate descrizioni di ogni ambiente ed atmosfera fanno capire la cura e l'amore riposto verso ogni parola pensata e scritta!
Ale su Amazon

La saga di Deserto Rosso finisce con Ritorno a Casa
L’autrice, infatti, è stata bravissima nel creare una trama complicata che tiene in sospeso il lettore pagina dopo pagina, mescolando un’incredibile conoscenza tecnica di astronomia e biologia alla linea sentimentale, che poi fa da filo conduttore un po’ a tutta la saga. Non è spoiler, è che l’amore ci frega sempre, tutti.
Erania Pinnera su Amazon e Daily Pinner

5 stelle per il libro e 5 per la serie.
Deserto Rosso non si può leggere in maniera distratta o saltando una pagina quando non è in scena il nostro personaggio preferito. Deserto Rosso va letto accuratamente, pagina per pagina perché ogni pagina svela un pezzo del puzzle finale. Non c'è una singola pagina noiosa in tutta la serie.
Diego Luci su Amazon

Se è la numero 1 del self-publishing in Italia ci sarà un perché
Dalle pagine traspare una “navigatezza” che lascia stupiti, un dosaggio della suspense e dei colpi di scena, delle spiegazioni scientifiche e dell’alternanza delle voci narranti, degni degli autori più blasonati. Ho trovato straordinaria la scena finale: Anna compie l’unica scelta possibile, di una coerenza che fa venire la pelle d’oca. Tra i personaggi secondari menzione di merito alla tenace e determinata Gabriella, come antagonista di Anna l’ho trovata perfetta.
[...]
Mentre leggevo, mi sorprendevo spesso a pensare quanto fosse incredibilmente possibile lo scenario prospettato dall’autrice. E chissà se tra una ventina d’anni non ne avremo conferma.
Germano Dalcielo su Amazon

Una sorpresa TOTALE!
L'intreccio (anzi, l'ingarbugliamento direi) amoroso che sottende a tutta la storia ha quel che di (giustamente, mi si dirà) tocco femminile che affascina, intriga e non sfocia mai nel melenso, ma è parte integrante direi di tutta la storia.
Ottima poi la parte tecnico/scientifica/informatica che rivela nell'autrice la capacità di approfondire certi temi (oppure una sorta di onniscienza :D)
Lo sto consigliando a tutti i miei amici appassionati di fantascienza (ed è una cosa che faccio raramente).
Adso da Melk su Amazon

E adesso...?
I lettori sono portati a seguire quasi con apprensione l'evolversi ed il confluire degli scenari e gli appassionati di fantascienza gusteranno un premio che sembra scritto apposta per noi innamorati dello Spazio.
Resta il gusto di scoprire pagina per pagina la trama ed i personaggi e di vedere nella diversità e nell'ignoto un' irresistibile risorsa.
OB1 su Amazon

Donne fantascientifiche
Ringrazio Rita per il suo bell'italiano, pulito e scorrevole, capace di sostenere senza fatica una trama così ricca e articolata, ma la ringrazio anche per aver scritto un libro di fantascienza e non averci dato la ricetta del pollo alla Coca Cola.
Viola Veloce su Amazon

 

DESERTO ROSSO (raccolta)

Più che una conferma
L'autrice va avanti in un costante crescendo, senza mai tradire le aspettative del lettore, soddisfacendo ogni sua brama di azione, di suspense, di colpi di scena, restando perfettamente in linea con i toni e con il grado di tensione narrativa di tutta la saga, senza mai cedere a facili exploit ma riuscendo sempre a coinvolgere con garbo ed eleganza.
Forse questo è uno dei punti di forza della monticelli, una scrittura "elegante" che testimonia la grande maturità letteraria dell'autrice.
marcom5 su Amazon

Molto coinvolgente
L’autrice [...] è stata bravissima nel creare una trama complicata che tiene in sospeso il lettore pagina dopo pagina, mescolando un’incredibile conoscenza tecnica di astronomia e biologia alla linea sentimentale, che poi fa da filo conduttore un po’ a tutta la saga.
[...]
posso assicurare è che non mancano i colpi di scena. I personaggi più “antipatici” rivelano un lato di loro che non ti aspetteresti, rendendo le vicende su Marte ancora più intriganti e complicate da interpretare.
Il ritmo narrativo è sempre molto alto, e la brava Monticelli riesce a bilanciare i diversi punti di vista dell’epica faccenda dando voce ai diversi personaggi, in una girandola di azioni e “fotografie” di Marte che mi hanno tenuta attaccata al Kindle fino all’ultima pagina. Che arriva troppo presto.
Erania Pinnera su Amazon

Una nuova voce da Marte
Mi ha colpito immediatamente la complessità del carattere della protagonista, incapace di accettare il proprio passato e molto diversa dalla classiche eroine spaziali. Anche gli altri protagonisti, a cominciare dall'astronauta di origine mediorientale Hassan Qabbani, dimostrano un carattere forte e tormentato, tanto che l'impressione iniziale è che Marte faccia quasi da sfondo alle relazioni che si intrecciano tra i primi cinque protagonisti, inizialmente isolati dalla Terra e dall'ambiente circostante.
Man mano che la vicenda procede si apprezza la solida struttura di fantascienza hard su cui è costruita. Tra biotecnologie aliene, intelligenze artificiali e viaggi nello spazio solare, vi sono numerosi agganci che tengono viva la nostra attenzione mentre le relazioni tra i protagonisti si srotolano lentamente, in un sapiente gioco di flashback e anticipazioni.
Alfredo Chizzoni su Amazon

Stupendo
È una serie che non vi darà nemmeno il tempo di annoiarvi: si legge tutta d'un fiato, dà quasi dipendenza :). Fantascienza, azione, un po' di thriller, amore e la Monticelli ha creato un piccolo capolavoro. Inoltre l'ho trovato originale rispetto ad altre storie e/o film su Marte.
Nicoleta su Amazon

Fantascienza e molto di più...
Ho trovato Deserto rosso interessante e appassionante l'ho letto nella versione ad episodi ed ho sempre atteso con trepidazione l'episodio successivo. È un'opera di fantascienza credibile e veramente ben scritta dove gli elementi di fantasia e quelli scientifici e tecnologici trovano un equilibrio felice.
I personaggi sono ben delineati e la narrazione avvince fin dalle prime pagine.
Non ultimo oltre ad intrattenermi mi ha riavvicinato all'esplorazione spaziale e all'astronomia con l'entusiasmo di quando ero ragazzo.
bisio su Amazon

Bellissimo libro!
L'attenzione del lettore è catturata fin dall'inizio; colpi di scena, suspance, umorismo e tantissima cura dei personaggi rendono questo libro piacevolissimo nella lettura. L'autrice riesce a rendere molto bene l'idea di come potrebbe essere la vita in un pianeta sconosciuto, con tutti i suoi pro e contro, la sua conoscenza su Marte è vastissima, e se ne avvantaggia anche la mia cultura personale. Ho adorato tutti i personaggi dall'inizio alla fine. Anna, la protagonista, mi ha fatto arrabbiare un sacco di volte, ma infondo trepidavo e gioivo con lei per ogni sua conquista e successo e Hassan..ah..conoscerlo uno così!
Ale su Amazon

E poi all'improvviso ti trovi su Marte
Mi aspettavo tanto da questo libro e non sono rimasta delusa... dalle prime pagine si nota subito il forte impatto della storia, che passo dopo passo ti tiene incollata.. non ti molla. Col suo ritmo incalzante non riesci a non continuare a leggere una pagina dopo l'altra! Consiglio questo libro sia agli appassionati di fantascienza ma anche a chi, come me, non ama particolarmente questo genere... ne rimarrete positivamente stupiti! Un grande talento, meglio tener d'occhio la scrittrice, secondo me ha in serbo altre sorprese per noi!
Silvia su Amazon

Fantascienza di alto livello
Il romanzo è appassionante e claustrofobico nelle atmosfere marziane. I flash back ci aiutano ad inquadrare un personaggio complesso nel quale la lotta interiore non può che appassionare.
Sono rimasto folgorato dalla serie Deserto rosso ogni episodio è addirittura più ricco di particolari del precedente e si dipana in maniera egregia.
La Monticelli scrive con una naturalezza incredibile. E' un piacere per me lettore avido ed esigente farmi portare per mano nella vita e le avventure di Anna (la protagonista).
Va riletto più volte per gustarne appieno tutti i particolari.
[...]
Sapete cosa penso? Penso che io su Marte ci sono stato.
A volte l'ambientazione, specialmente quella....come fare a non rovinare la sorpresa.....nelle gite fuori porta.....mi ha ricordato quelle eleganti e angoscianti delle migliori puntate dello Star Trek classic series.
Il risultato è strepitoso.
[...]
I personaggi della Monticelli invece non appaiono mai falsi, mai artefatti. Sono persone reali ognuno con la sua personalità.
L'eroina stessa non è senza difetti anzi ne è piena. Ha commesso errori che ci fanno faticare ad amarla ma dobbiamo seguitare a leggere.
La storia ci appassiona ma ci fa riflettere.
Se non sapessi la velocità con cui ha scritto il romanzo penserei che le ci siano voluti anni a strutturare una trama così intricata e delle personalità tanto umane.
Sembra quasi che siano loro a raccontare all'autrice le loro storie e lei stia solo trascrivendole per l'umanità.
Massimiliano Ratti su Amazon


Inutile comprare i volumi separati, prendete direttamente questo
Carla è stata brava davvero a miscelare perfettamente i diversi corsi del tempo, creando quella tensione che tiene il lettore incollato alle pagine fino alla fine e, purtroppo, oltre. Si vede il mestiere, qui non siamo di fronte al puro istinto di uno scrittore magari geniale ma naif. No, qui si capisce che dietro c'è preparazione e il duro lavoro. Non mi stupirei di vedere un giorno questo testo trasposto sul video.
Non ci sono elementi geniali nella storia, non sorprese eclatanti, non idee mai viste, ma c'è una profondità nei personaggi, un equilibrio nel dipanarsi degli eventi, una bella miscela di temi cari a chi di fantascienza si nutre. Sapete una cosa? Si sente la mano femminile, e lo dico come un complimento, tenendo conto che il mio autore preferito in assoluto nel genere SF è la grandissima Ursula Le Guin.
Jimjams su Amazon


Ora attendo il seguito
"Una storia di fantascienza, ma anche di umanità. Sì, perché dopo tutto quello che leggi ci vedi un essere umano reale che esce da quelle pagine, che impari a conoscere e che ti somiglia. Anna è indecisa, caparbia, egoista, ha paura, ha qualche pregiudizio, è una persona complessa che si innamora che ama e ci si perde dentro, che ha un'ambizione. Scoprire la vita su Marte, ma non è solo questo. Credo che l'autrice, forse senza nemmeno rendersene conto, abbia creato più livelli di lettura della storia. Attraverso la protagonista si capisce quanto è vero che il cambiamento porta alla sofferenza, ma anche a soddisfazioni, quando qualcosa ti passa accanto non puoi chiudere gli occhi e tapparti le orecchie e ignorarla. La vita è fatta di occasioni, ma anche di ripensamenti, di mutazioni e sono ben reste in questa storia. Anna ha il desiderio di scoprire Marte, ne è affascinata, ma deve decidere se per lei è più importante il Pianeta Rosso o il suo amato Jan e poi, anche dopo aver deciso, le cose non diventano più facili, risultano nuove, ma poi si cambia ancora, si matura, si cambia idea, si ha voglia di ritornare da Marte, insomma il romanzo procede su queste chiavi di lettura senza annoiare mai, anche quando tramite i dialoghi vengono fornite quelle minime informazioni scientifiche che servono per capire di cosa si parla e viene fatto in modo che anche chi non ha assolutamente idea di fisica o astronomia possa capirne, senza mai annoiare, anzi, incuriosendo ancora di più. Si gira all'interno della NASA, attraverso le città, attraverso la mia amata Londra. Ci si perde, ci si ritrova e poi il finale. L'ultimo capitolo del romanzo l'ho divorato con ansia di finire, ma con la paura di finire, teso, non sapevo come sarebbe concluso il tutto e vi posso assicurare che l'autrice ci accompagna mano per mano dall'inizio fino alla fine come solo un bravo autore sa fare; anche nel finale non c'è approssimazione, anzi, è proprio con la fine di questo romanzo che si capisce che ci saranno ancora diverse cose di cu si potrà leggere. Il finale mi ha confuso e sorpreso, mi è piaciuto e solo dopo averlo letto ho pensato che era proprio come volevo che andasse. Un po' me lo aspettavo e un altro poco no.
[...]
Con Deserto Rosso ho scoperto un universo nel vero senso della parola, penso che non sia tanto facile scrivere di fantascienza e creare dei personaggi che escono dalle pagine, ma l'impegno in questo testo c'è tutto e a un prezzo tra l'altro molto accessibile.
Non posso che consigliare questo libro. Va letto perché non annoia, va letto perché è vita, va letto perché è bello."
Giovanni Venturi su Amazon


Capolavoro assoluto
"Si vede che la scrittrice ha una grande passione per lo spazio, orchestrando un grande romanzo a cavallo tra Terra e Marte, presente e futuro, amore e thriller. Fantastico, tiene incollato ad ogni paragrafo di ogni pagina. Estremamente realistico dove serve (navi spaziali, comunicazioni interplanetarie, basi spaziali sul pianeta rosso), quanto ricco di spunti fantascientifici e quindi con più libertà di immaginazioni."
Igor Damiani su Amazon


Semplicemente stupendo!
"Un progetto editoriale di fantascienza assolutamente originale, lo stile narrativo della Monticelli è unico, dopo poche pagine ti trasforma da lettore a protagonista, facendoti vivere in prima persona le emozioni, le ansie, le paure, gli amori, i dubbi e le speranze della protagonista Anna, un'esobiologa partita (o fuggita) dalla Terra per colonizzare il pianeta Marte, con il compito di cercare ed eventualmente studiare forme di vita aliena. Marte dapprima rosso, ostile, freddo, arido e letale, diventerà ben presto un luogo familiare e non così lontano come sembrerebbe."
Fabrizio Vadilogna su Amazon

Da non perdere!
Si dalle prime righe, il formidabile incipit di Deserto Rosso acchiappa il lettore e lo trasporta su Marte, “luogo” per eccellenza della fantascienza. Non ci troviamo, tuttavia, di fronte a una storia banale o già sentita; al contrario si rimane incollati alle pagine, catturati dal dipanarsi di una trama mai banale e ricca di colpi di scena, che ci narra le vicende di una squadra di astronauti la cui missione è la colonizzazione del Pianeta Rosso. Ma forse non è questo il maggior pregio dell’opera: i protagonisti delle vicenda, quelli principali ma anche quelli di secondo piano, son tratteggiati con grande maestria, ognuno con i propri pregi e difetti, le passioni e le paure,i punti di forza e le insicurezze. Insomma, con la complessità e le contraddizioni di ognuno di noi, rendendo la storia ancor più verosimile, anche grazie alle nozioni scientifiche che l’autrice ha saputo accortamente inserire.
ToreMocci su Amazon

Allora la fantascienza è ancora viva...
Finalmente un libro che parla di quella fantascienza che ho da sempre adorato, quella senza i soliti "omini verdi con antennine in testa ed il naso a trombetta", la fantascienza se vogliamo attuale e realizzabile e, neppure poi tanto, lontana nel tempo.
Il saper miscelare l'ambientazione sul suolo marziano con quel pizzico di leggiadra femminilità che non guasta certamente ma che anzi aiuta lo scorrere della vicenda e ne supporta il coinvolgimento del lettore.
Rooster su Amazon

Bello! Bello!
L'ho letto praticamente tutto d'un fiato, mi è piaciuto molto, coinvolgente, mai esagerato nelle situazioni, credibilissimo, ti coinvolge come solo un bravo scrittore può fare.
Lo consiglio assolutamente.
Oldhen su Amazon

Avvincente ed emozionante... direi meraviglioso!
Devo ammettere che è uno dei libri più belli che abbia mai letto!
[...]
Leggendolo mi sono anche chiesto più volte come potrebbe essere accolta dal pubblico sci-fi una miniserie tv basata su questo libro, e sono convintissimo che sarebbe un buon prodotto.
[...]
Per concludere, ancora complimenti all'autrice e... giuro che se potessi darei anche la sesta stella!
Artico Roberto su Amazon

Fantascienza italiana e femminile
È un bel romanzo, non banale, con una protagonista che è tuttl'altro che perfetta e che per questo è vicina ad ognuna di noi con le sue debolezze, il suo non saper scegliere sempre la cosa giusta.
La narrazione è scorrevole, le parti scientifiche di sicuro verosimili ma non pesanti. Il libro ti tiene li fino in fondo a tutti i suoi capitoli, sia su Marte che sulla Terra e ti porta all'ultima pagina in un attimo.
Flo72 su Amazon

Ne vogliamo ancora!!!!
La trama ti cattura e diverse notti ho dormito poco, non mi volevo staccare dalla lettura!!!
Ho apprezzato molto lo stile della scrittura, la caratterizzazione dei personaggi e la costruzione della narrazione.
Insomma, sono molto soddisfatta: non capita spesso di incappare per caso in libri così belli.
Bosky su Amazon

Bellissimo!!!
Ci ho trovato non solo fantascienza, che mi piace ma non ne vado pazza, ma anche la storia umana di Anna, e le storie delle persone mi affascinano sempre... mi ci sono ritrovata tantissimo!!! Bello anche il fatto che il libro sia scritto da una donna e per di più italiana.
Claudia su Amazon

Coinvolgente
Direi che in questo libro gli amanti di fantascienza trovano un po' di tutto per farsi coinvolgere. Sinceramente a me e' piaciuto molto, uno di quei libri che ti coinvolgono e si fa fatica a smettere di leggere e ti fanno fare molto tardi la notte per non aspettare il giorno sucessivo per sapere il proseguo. Assolutamente da consigliare.
Cliente Amazon su Amazon

RCFM Rulez!
Che dire, una bella cavalcata.
Grazie di averci portato su Marte, e di averci fatto conoscere i suoi abitanti.
Walter Loggetti su Amazon

Racconto appassionante
Che bella scoperta, questa autrice. Racconto appassionante, intrigante all'inizio, poi si sviluppa verso direzioni imprevedibili; una bella fantascienza. Come hanno detto altri recensori, ti sembra davvero di essere stata su Marte.
Profelio su Amazon

Fantascienza coinvolgente
Fin dall'inizio si resta catturati da una storia che incolla il lettore alle pagine. Mi piacerebbe vedere Deserto Rosso trasformato in un film.
Il tema di Marte e' stato scelto da tanti scrittori, ma la Monticelli lo fa in modo originale, inserendo personaggi credibili e d'attualità.
Pina su Amazon

Ottimo sci-fi
Deserto Rosso è una di quelle gemme nascoste nel panorama editoriale odierno.
Uno di quei libri che ti aspetteresti da autori navigati con diversi best seller alle spalle pur conservando la freschezza e l'originalità dei loro primi libri.
I personaggi sono ben delineati, la storia è appassionante ed avvincente con un crescendo verso la parte finale del libro.
Alberto Casu su Amazon

Voglia di leggerlo
La storia di questa donna molto forte a volte quasi insopportabile con le sue avventure sulla terra, su Marte e le sue relazioni contraddittorie in amore lasciano sempre con il fiato sospeso perchè non sai mai cosa aspettarti.
Steda su Amazon

Bellissima scoperta!
L'autrice è bravissima nel raccontare il lato umano dei protagonisti e anche se a volte ci sono molti flashback temporali la storia rimane sempre molto lineare... anzi... riesce a creare grande suspense nei vari capitoli.
[...]
Gli argomenti tecnici sono trattati con semplicità mentre la scrittura diventa più particolare quando si parla di emozioni e relazioni. Non mancano i colpi di scena e in più occasioni mi è sembrato di ritrovarmi a fianco della protagonista.
Recensore anonimo su Amazon

Odiosamente bello
"Confesso che è stato quasi faticoso iniziare a leggere questa grande storia marziana. Il motivo è che non era soltanto la fantascienza ad essere solida e credibile (cosa che apprezzo) ma anche l'intreccio delle vicende umane era dannatamente intenso e realistico. Dire che i personaggi sono ben delineati è poco. Sono tridimensionali e... tutti "malati" di mille analisi psicologiche, ansie e paranoie che solo una donna potrebbe avere perfino lì, su Marte, con quello che stava accadendo! :-)
Perdonatemi, ma come qualche lettore ha già detto: è evidentemente fantascienza scritta da una donna. Non c'è dubbio. Il bello è che alla fine ciò non gioca a discapito della fantascienza ma piuttosto la arricchisce. Diamine: finito il libro mi trovo a conoscere Anna (la protagonista) come se fosse una mia vecchia amica e adesso quasi mi manca, anche se la odio!
In conclusione è una storia di ottima fantascienza che sicuramente piacerà anche a chi non ama la fantascienza, che forse non capirà nemmeno quanto è acuta o lungimirante l'analisi scientifica ma apprezzerà quanto è acuta e dietrologica l'analisi psicologica dei personaggi, tra i mille "affari loro" che emergono durante la storia :-)"
Zorro su Amazon


lL'ISOLA DI GAIA

Ottima riconferma
È un'opera che si sviluppa ad ampio respiro con un buon numero di personaggi, per cui implica una lettura attenta per apprezzarne la trama in profondità, ma è uno "sforzo" che vale decisamente la pena affrontare, e che regala grande piacere. Lo stile è quello classico di Rita Carla Francesca Monticelli, con la giusta dose di suspense e colpi di scena in grado di rimescolare abilmente le certezze che il lettore credeva di aver raggiunto fino a quel momento.
Giuseppe di Nanni su Amazon

Ottimo sequel!!!
L'autrice dà ancora conferma della sua bravura..il libro potrebbe essere letto anche da solo ma se volete gustarvi al meglio il racconto dico che è meglio iniziare dalla prima serie... anche se i protagonisti non sono gli stessi (e trovo che sia una scelta vincente).
Come già accennava qualcuno la prima parte risulta più caotica, si fa più fatica a seguire tutti i personaggi... tutte le scene... alcune cose sembrano irrelevanti ma poi si scoprirà che tutto ha un senso... e una volta iniziata la discesa non ci si ferma più!! Confesso che a volte non riuscivo a staccarmi dalla lettura... ed è questo che succede quando buona storia e buona scrittura vanno a braccetto insieme.
Più introspettivo di "Deserto rosso" (e forse mi è piaciuto anche di più)... il "tema" è più personale/umano e ti fa capire che l'uomo è capace di grandi cose... buone... e cattive.
Recensore anonimo su Amazon

Assolutamente da non perdere!
La Monticelli si riconferma autrice sopraffina:L'isola di Gaia è un romanzo straordinario, unico, avvincente, scritto con passione, entusiasmo e attenzione al dettaglio.
Non ci si annoia, non ci si distrae: il lettore è risucchiato nella narrazione fino all'ultima pagina!
Posh su Amazon

Bellissima fantascienza!!!
Il romanzo è ambientato nello stesso universo di Deserto rosso, in una realtà solo all'apparenza incomprensibile, una realtà dove tutto può cambiare all'istante, un incalzare di avvenimenti che lasciano con il fiato sospeso.
Pina su Amazon

Fantastico!!
Quello che più mi ha colpito di questa "fantastica" storia è la passione, la tenacia e l'ambiguità dei personaggi... che non sono ciò che sembrano!
La bravura della scrittrice nel narrare questo strano viaggio è disarmante, la descrizione dei personaggi, dei luoghi, degli incalzanti avvenimenti, ti lascia con il fiato sospeso.
Silvia su Amazon

Imperdibile lettura per tutti i palati
Questo è certamente il più complesso ed interessante delle opere sin qui lette della Monticelli.
I personaggi sono molti, alcuni di passaggio o di contorno ma che tutti indistintamente aiutano a creare l’illusione.
Massimiliano Ratti su Amazon

Fantascienza italiana di ottimo livello, consigliatissimo!!!
La scrittrice è tecnicamente preparata, e tutto ciò che viene descritto è estremamente plausibile da un punto di vista scientifico.
Si legge tutto d'un fiato. Lo consiglio e attendo con ansia il prossimo volume di Aurora.
Federico Biavati su Amazon

Fantascienza italiana di ottimo livello
Ricco di azione e mistero, una storia dove tutto si può capovolgere da un momento all'altro, dove nessuno è chi sembra essere, dove il mistero si infittisce ad ogni pagina e le domande diventano sempre più pressanti.
Fantascienza italiana di ottimo livello, in un'atmosfera cyberpunk.
Giovanni R su Amazon

Sempre sul pezzo!
La Monticelli ancora una volta non si smentisce:
Bella storia, ben strutturata, dialoghi ben congegnati.
Una sorta di fanta-thriller, pieno di "techno-bubbles", comunque verosimili, e colpi di scena.
Lettura affascinante, che consiglio, come consiglio del resto anche le altre opere dell'autrice.
XIIX su Amazon

Non delude mai!
La storia, sin dall'inizio, ti porta in un futuro ipotetico e altamente tecnologico, dove, pagina dopo pagina, rivela incredibili scenari e porta la scienza alla guida del futuro. Ho trovato la trama molto coinvolgente, con una vena di ironia, che non manca mai nei suoi libri, che ho apprezzato tantissimo, e ammetto che alla fine mi sono anche commossa!
Ale su Amazon

Fantascienza di grande spessore
L'isola di Gaia potrebbe essere stata scritta benissimo da Philip K. Dick, o da Arthur C. Clarke. Ci si ritrovano interrogativi intramontabili sulla natura umana e visioni vivide e ispirate di una società fututribile; prigionieri che non sanno di esserlo, personaggi che non sanno chi sono.
Diego Luci su Amazon

Travolgente
Assolutamente coinvolgente e ricco di contenuti distopici, crea nel lettore una voluta curiosità di scoprire le identità dei personaggi, che si lasciano conoscere capitolo dopo capitolo.
Dopo l'iniziale "individuazione dei personaggi", la storia entra nel vivo e riesce a coinvolgere il lettore in modo entusiasmante, e su questo l'autrice è stata davvero bravissima!
Maristella su Amazon

Technothriller cyberpunk made in Italy
"L'Isola di Gaia" mi ha stupito. Mi aspettavo qualcosa molto simile alla saga di Deserto Rosso, ambientato su Marte, e invece mi ritrovo catapultata al freddo dei ghiacci, poi nella mia ex casa di Roma, e poi di nuovo nella mia attuale casa, Londra.
Ho visto questo technothriller cyberpunk succedere nelle strade dove passeggio (o dove passeggiavo), e scendendo dalla metropolitana mi sono chiesta qualche volta se avessi davanti a me qualche clone, figlio di ricerche e trame politiche di cui noi non sappiamo nulla.
[...]
Lo stile (e la storia) della Monticelli mi ricordano molto Philip K. Dick.
Erania Pinnera su Amazon

Un romanzo avvincente e ricco
È fantascienza che trascende, come nelle sue migliori interpretazioni, la sua vocazione di genere per diventare sopratutto letteratura di idee.
La memoria, l'identità, l'autocoscienza, l'etica e il diritto quando alcune tecnologie sono portate alle loro estreme conseguenze sono alcuni dei temi che attraversano il romanzo sempre in maniera interessante e mai didascalica o semplicistica.
Bisio su Amazon

Continuità, la Monticelli non si smentisce...
A mio parere, la maestria della Monticelli è principalmente nel saper raccontare; la storia è già di per se avvincente ma la scrittrice saprebbe tenervi incollati al libro anche raccontandovi Cappuccetto Rosso.
Ha una padronanza dei tempi del racconto da premio Oscar, passa dal presente al passato della storia con estrema naturalezza, introducendo al momento perfetto i vari elementi, facendo sorridere spesso il lettore che riesce a ricollegare fatti e circostanze che prima sembravano solo elementi secondari o magari casuali, e a insinuargli magari il dubbio che qualche elemento gli sia sfuggito (aumentando così la sua brama di lettura, lettura attenta, che non tradisce mai l'interesse in essa riposto).
Cliente Amazon su Amazon


OPHIR. CODICE VIVENTE

Un altro accattivante capitolo della saga di Aurora
Poche righe e siamo nuovamente catapultati tra le sabbie del deserto rosso, dove ritroviamo Melissa e gli altri marziani impegnati nel perseguire il proprio intento. Incontreremo vecchi e nuovi amici anche sulla Terra, le cui vicende saranno strettamente connesse a quelle di Marte, e non potrebbe essere altrimenti visti i legami tra i personaggi, al solito ben descritti. Non meno accattivanti i tanti colpi di scena nel dipanarsi della storia che hanno il merito di tenere sempre vivo l'interesse in un meccanismo perfettamente congegnato...come sempre!
ToreMocci su Amazon

Il migliore capitolo della saga Aurora
Il racconto è strutturato benissimo e include tutti gli elementi della saga: azione, avventura, fantascienza, un po' di romanticismo. Come al solito, Carla Monticelli non ci risparmia i colpi di scena fino alle ultime pagine, lasciandomi con la curiosità di andare avanti lungo questa bella saga di Aurora.
Erania Pinnera su Amazon

Un altro centro!!!
Ogni piccolo tassello che in questa articolatissima trama viene svelato, ne crea di ulteriori, sempre più interessanti e attivi nell'incedere del romanzo. I primi capitoli sono carichi di enfasi e aspettativa e accompagnano il lettore fino all'ultima riga, in un epilogo che altro non è che un nuovo inizio, una sottilissima,quanto potente linea di demarcazione tra passato e presente, tra realtà e finzione.
Maristella su Amazon

Naturalmente…
… bello!
E sì, naturalmente perché la Monticelli è una garanzia. Bello perché si divora e appena finito se ne sente già la mancanza.
Naturalmente la scrittrice sa il fatto suo, parte con la descrizione di una scena e un po’ alla volta ti ritrovi con tante piste da seguire che basterebbero per dieci altri libri. Bello perché ogni descrizione è ben curata, ogni spiegazione tecnica è affascinante, ogni intreccio ne nasconde almeno un altro e ogni sentimento non è mai di troppo.
E tutto questo fa aumentare la tua sete di lettura.
Andando avanti incominci a mettere a fuoco, a capire qual è il filone da seguire ma allo stesso tempo ti rendi conto che comunque le “false piste” non erano piste inutili, a ben pensarci erano tutte dei tasselli dell’enorme puzzle, con loro hai costruito la cornice e adesso procedi a spirale verso il centro, e non vedi l’ora che si componga la figura perché la tua scatola non ha il coperchio.
Ed è un filone da seguire, non un singolo personaggio, non una singola vicenda, non un solo eroe, non una sola fine.
[...]
l’autrice ha sviscerato i sentimenti dei protagonisti [...] e la cosa [...] ha dato ragione al comportamento dei personaggi, non solo buoni e cattivi tout court ma persone che devono capire cosa provano, cosa fare, da che parte andare; persone che non sono eroi ma lo diventano, anche loro malgrado.
Marco Emme5 su Amazon

Monticelli non delude mai
Carla Monticelli affronta finalmente un tema affascinante ed attualissimo come quello dell’intelligenza artificiale.
[...] I temi ci sono tutti, dall'amore alla morte, all'avventura pura.
La fantascienza raccontata da Carla Monticelli ha il gusto dei grandi classici con un piglio sempre scientificamente competente.
[...]
Lo stile di Carla Monticelli già talentuoso, migliora ad ogni libro, con lei ci si scorda di leggere e ci si perde nelle sue invenzioni narrative direttamente proiettati al centro della scena.
Max Ratti su Amazon

Ottimo
Come sempre una garanzia… Attendo con ansia il prossimo libro...Un'altra perla da un'autrice che ha poco da invidiare ad autori stranieri ben più blasonati.
Stefano su Amazon

Iscriviti alla mailing list dell'autrice

L'iscrizione avviene su Yahoo!Gruppi

ATTENZIONE:
La navigazione su questo sito implica l'accettazione della
Privacy Policy



 
TORNA SU
© 2012-2017 Rita Carla Francesca Monticelli