\\ Blog Home : Articolo : Stampa
Il libro del morti - Patricia Cornwell
Di Carla (del 13/07/2011 @ 21:40:01, in Scrittura & Lettura, linkato 2040 volte)

More about Il libro dei morti
 Il ritorno della Scarpetta

Dopo diversi anni che avevo messo da parte le avventure di Kay Scarpetta, questo romanzo è stato un piacevole ritorno.
Sarà che mi è capitato ultimamente di leggere pochi romanzi che mi prendessero veramente, ma di fatto questo l'ho divorato in pochi giorni, considerando il poco tempo che ho a disposizione.
L'inizio è stato un po' difficile. Il modo in cui la Cornwell si concentra sui dettagli più morbosi è stato uno dei motivi per cui avevo messo da parte i suoi romanzi del filone Scarpetta e l'inizio de "Il libro dei morti" indugia un po' troppo su questi aspetti. Poi la storia si sposta sui personaggi che ben conosciamo da più di 20 anni e si fa molto più interessante.
La forza dei libri della Cornwell è proprio data dai suoi personaggi, che conosciamo bene come se fossero persone reali, che abbiamo visto crescere e invecchiare e affrontare mille difficoltà, che prescindono il singolo caso su cui lavorano in ogni libro. In altre parole la parte più bella di questo e altri libri sono le sottotrame, che alla fine occupano la maggior parte dello spazio. In questo senso la quarta di copertina è completamente fuorviante, come sempre.
Forse è per questo motivo che il lettore casuale rimane spaesato, ma l'errore è suo e non della Cornwell, che ancora una volta dimostra di essere una grandissima scrittrice. Non si può leggere questo romanzo separatamente da tutti gli altri. Bisogna iniziare da "Postmortem" e poi continuare in ordine cronologico.

Leggi tutte le mie recensioni e vedi la mia libreria su aNobii:
http://www.anobii.com/anakina/books