\\ Blog Home : Articolo : Stampa
Scomparsi - Caroline Eriksson
Di Carla (del 05/04/2018 @ 09:30:00, in Lettura, linkato 2256 volte)

 Abuso e follia
 
“Scomparsi” vuole essere un romanzo di genere, nello specifico un thriller psicologico, ma allo stesso tempo affronta il tema dell’abuso sulle donne, che lo incasellerebbe all’interno della cosiddetta narrativa non di genere o letteraria. Il risultato di questa unione non è del tutto felice. Il lettore non sa esattamente cosa attendersi e per certi versi vede deluse le proprie aspettative, e per altri rimane piacevolmente sorpreso. Il rischio però è quello di perderlo ben prima della fine del libro.
Ammetto che all’inizio della lettura di questo libro sono andata molto veloce. Ciò avviene quando trovo la storia lenta e me ne voglio liberare. Per circa metà delle pagine in pratica non succede nulla. La protagonista riversa addosso al lettore il proprio delirio, in prima persona al presente. Visto il contesto (due persone sono scomparse), il suo comportamento non ha il minimo senso. Ogni mio tentativo di sospendere la mia incredulità viene messo a dura prova, pagina dopo pagina.
Ora, in un libro di narrativa non di genere può capitare che non accada nulla, anche in tutto il libro, ma non in un thriller. Da qui deriva il mio disorientamento.
Il fatto che la quarta di copertina anticipi il primo flebile colpo di scena, che avviene a circa un terzo del libro, di certo non aiuta.
Quando finalmente, nella seconda parte, le cose iniziano a muoversi, la lettura si fa più interessante e saltano fuori alcune idee e cambi di direzione inattesi. Grazie a questi ho deciso di dare comunque quattro stelle. Restano però una serie di problemi.
Oltre l’inizio lentissimo e improbabile, ho trovato insopportabile (oltre che sciatto) l’uso del punto di vista in prima persona per tre personaggi diversi. Crea inutilmente confusione. E poi c’è il finale che, invece di raggiungere il culmine, a un certo punto si sgonfia. Neppure l’ultimo elemento che dovrebbe fungere da colpo di scena definitivo riesce a risollevarlo, poiché si tratta di una decisione
difficilmente realizzabile da parte di uno dei personaggi.
In poche parole, “Scomparsi” ha il pregio di raccontare una storia potenzialmente in grado di stupire e coinvolgere dal punto di vista emotivo, ma non riesce del tutto a farlo per via del ritmo molto lento e dell’inverosimiglianza che caratterizzano buona parte degli eventi narrati.
 
Scomparsi (Kindle, brossura, copertina rigida) su Amazon.it.
Scomparsi (Kindle) su Amazon.com.

Leggi tutte le mie recensioni e vedi la mia libreria su:
aNobii: 
http://www.anobii.com/anakina/books
Goodreads: http://www.goodreads.com/anakina