\\ Blog Home : Articolo : Stampa
Edwin Hubble e l'universo in espansione
Di Guest blogger (del 08/07/2013 @ 14:42:01, in Scienza, linkato 3188 volte)


Oggi ospito nel blog un articolo del fisico Ernesto Giuseppe Ammerata, autore di alcuni libri di divulgazione scientifica e di racconti di narrativa.

Agli inizi del 1900 non si sapeva ancora molto sull'universo. L'unica teoria sulla gravità era quella formulata da Newton secoli prima. Non si conosceva quale fosse il meccanismo che permetteva alle stelle di bruciare il loro combustile e non si conosceva molto neppure della struttura atomo.

Successivamente, negli anni a seguire, la fisica ebbe un grande sviluppo, soprattutto con la nascita della teoria quantistica e della teoria della relatività di Einstein. Quando si pensava all'universo, lo si immaginava come un qualcosa di statico, lo stesso Einstein, aveva inserito una costante nelle sue equazioni che potesse spiegare un universo statico.

In seguito lo stesso Einstein definì questo il più grande errore della sua vita. Infatti tutte le osservazioni, soprattutto quelle compiute dal grande astronomo Edwin Hubble portavano a concludere che l'universo era una realtà dinamica in continua espansione, come dimostravano i risultati delle osservazioni della velocità di recessione delle galassie. L'universo per così dire non era costituito solo dalla nostra galassia, bensì da innumerevoli altre galassie che si allontanavano le une dalle altre ad una velocità che risultava proporzionale alla loro distanza. Quindi adesso rimaneva capire quante galassie più o meno c'erano nell’universo, la loro tipologia e quindi classificarle, quante stelle erano contenute in ciascuna galassia, la forma delle galassie e così via.

Potete trovare informazioni su questo argomento e altri relativi all'universo nel libro "Dalla Terra all'universo".

"Dalla Terra all'universo", opera del giovane scrittore Ernesto Giuseppe Ammerata, è un libro divulgativo che vuole essere una guida semplice per chi, con l'astronomia, non ha avuto mai a che fare e, magari, vuole avvicinarsi ed iniziare a conoscere questa splendida scienza. L'autore ci farà viaggiare tra le stelle a bordo di un'ipotetica astronave, in grado di percorrere distanze enormi in poco tempo. A bordo della Nexus, viaggeremo tra i pianeti del sistema solare e ci inoltreremo nello spazio profondo, incontreremo la culla delle stelle e i mostruosi buchi neri, per poi spingerci oltre, verso i confini dell'universo.
Una lettura semplice e affascinante. Un viaggio tra le stelle, tra gli spazi infiniti dell'universo.
L'autore in questo libro sembra egli stesso rapito dalle bellezze che ci descrive.
L'esposizione del testo è semplice ma efficace, dimostrando che l'autore si rivolge ad un pubblico comune e non solo a chi è amante dell'astronomia.
La descrizione dei corpi celesti è tale per cui chiunque legga questo testo, sarà in grado di comprendere gli argomenti trattati in maniera semplice e scientifica.
La suddivisione dei capitoli, è stata eseguita tenendo conto di un ordine spaziale in cui con l'andare avanti nella lettura ci si allontanerà sempre più dal nostro pianeta, fino a giungere all'ultimo capitolo dove effettivamente ci si troverà ai confini dell'universo e si avrà l'impressione come se davvero avessimo viaggiato per migliaia di miliardi di chilometri.

 


 

ERNESTO G. AMMERATA, nato a Reggio Calabria nel 1972, laureatosi in fisica presso l’università di Messina, dopo la laurea ha conseguito un Master in Geofisica applicata e ha lavorato presso l’Arpacal al settore fisico ambientale, occupandosi delle misure di radioattività nelle matrici ambientali.
Appassionato di Astronomia, computer, internet e delle nuove tecnologie, da qualche tempo ha iniziato a scrivere libri a carattere di racconti e divulgativo scientifico con l’intenzione di fare conoscere ad un vasto pubblico quelle parti della scienza che possono risultare incomprensibili ai non addetti ai lavori. Ernesto è autore di “Dalla Terra all’universo” (Youcanprint), “I racconti del finanziere” (Youcanprint) e di “Nei pressi della Luna” (Booksprint Edizioni), oltre che di numerosi racconti brevi, come: Amnesia e Ingiustizia.

Venite a trovare Ernesto nel suo blog.