\\ Blog Home : Articolo : Stampa
Scrivere per i giovani
Di Guest blogger (del 08/01/2013 @ 23:46:56, in Scrittura & Lettura, linkato 3445 volte)

In questo guest post si affronta un campo della narrativa molto particolare, quello rivolto ai giovani. Ce ne parla l'autrice Antonella Sgueglia, che recentemente ha scritto un libro per ragazzi intitolato "A scuola con portamento".

Negli ultimi tempi un gran numero di best sellers riguardano proprio la narrativa per ragazzi. Ciò rappresenta un aspetto positivo per la nostra società, affinché i ragazzi si approccino alla lettura inteso come mezzo conoscitivo. I giovani tendono a preferire altri hobby ma le classifiche di vendita svelano che i ragazzi trovano nel libro un momento di pace, relax e motivo di crescita culturale. Non dimentichiamo che leggere significa apprendere parole nuove e capire come usarle nella vita quotidiana. Ecco perché è bene inserire alcuni termini inusuali nel linguaggio giovanile, corredandoli di spiegazioni nelle note a pie’ di pagina. Certo, non potremmo scrivere un dizionario anche perché risulterebbe noioso ai più.
Scrivere per ragazzi non è un’attività semplice, soprattutto per chi è adulto. Ho soltanto 27 anni ma sono sposata da due e da otto lavoro come traduttrice. Sono entrata presto nel mondo dei grandi e quando ho scritto il mio ebook è stata un’occasione per riscoprire un mondo abbandonato, quello fatto di frivolezze, di piccoli grattacapi che in quel momento sembrano montagne insormontabili, ma, purtroppo, anche di problemi grandi, forse più di noi e ci sentiamo soli.
In “A scuola con portamento”, il mio romanzo, l’argomento principale è il disagio di Cristina, la protagonista, nei confronti dei compagni di classe. L’approdo al liceo non le risulta facile e lei teme sia un comportamento razzista, considerato che è una mixed race nata da padre haitiano e madre italiana. Con l’aiuto della sua unica amica Gio e della madre impara ad accettarsi e, per caso, entra in una scuola per modelle dove apprende tutti i segreti per svolgere questo mestiere. Così, i problemi legati alla separazione dei suoi genitori e all’incomprensione di alcune compagne vengono spazzati via da una ricca dose di ottimismo e self-control.
Ecco, io ho inserito la scuola per modelle in modo da alleggerire il racconto. Ritengo che i giovani desiderino soprattutto divertirsi, quando leggono. E come non interessarsi a una lettura che ci migliora con tanti semplici consigli da applicare per diventare anche noi sicure e camminare a testa alta senza doverci preoccupare se ci stanno criticando per la nostra goffaggine?
Scrivere per ragazzi è soprattutto narrare dal loro punto di vista e non è facile. Il linguaggio deve essere chiaro, pratico ma non scontato e così l’ambientazione, la trama, non si può sempre parlare degli stessi argomenti cambiandone i nomi. Bisogna stupirli e dar loro tanto in modo da chiedere sempre di più a loro stessi e alla lettura.
 

ANTONELLA SGUEGLIA è una traduttrice freelance di lingua inglese. Ha vinto il concorso “Verrà il mattino e avrà un tuo verso” con la poesia “Seppur nascessi cento volte” indetto da Aletti Editore, disponibile nelle librerie. “A scuola con portamento” è il primo ebook in uscita. In aprile, in tutte le librerie, sarà presente il suo primo romanzo di narrativa femminile per donne. Adora leggere, scrivere e cucinare.
Dall’ebook è nata anche la pagina Facebook dove incontra le sue piccole fan e risponde alle loro domande: www.facebook.com/ascuolaconportamento
 
Grazie mille ad Antonella per il suo contributo!